Loading

domenica 19 giugno 2016

Le app che ti aiutano a fare i compiti

Quando andavo a scuola io era ancora un'eccezione poter disporre di un computer... Gli smartphone, poi: fantascienza pura! Se fossimo adolescenti oggi, probabilmente, io e i miei compagni di classe ci approcceremmo ai compiti in maniera un po' diversa, facendo tesoro delle app disponibili. Solo per limitarmi a due delle mie materie preferite, lingue straniere e matematica...
Giorni fa su Google Italy Blog è stato pubblicato un post sulle novità di Google Traduttore. La sottoscritta, che non aveva mai usato Word Lens, si è divertita a fare una prova inquadrando un cartello a caso affisso sul lungomare sud di Pescara...


... e traducendolo in inglese.


Uhm, mi sa che è ancora un po' prestino per pensare di poter fare a meno di un bravo traduttore umano! ;-) Ciò non toglie che l'app possa essere molto utile quando ci si trova in viaggio in un Paese straniero del quale non si conosce affatto la lingua.
Quest'altro articolo pubblicato su Ischool, invece, è dedicato a Photomath, un'app che permette di inquadrare con la fotocamera dello smartphone un problema di matematica e di trovare la soluzione.
Photomath supporta:
  • Aritmetica
  • Frazioni
  • Numeri decimali
  • Equazioni di primo grado
  • Sistemi di equazioni
  • Numerose funzioni come i logaritmi
Sono supportati problemi più complessi come integrali, trigonometria e derivate, anche se al momento funzionano senza passaggi dettagliati (in arrivo!).
Eh, ma così lo studente non impara nulla, vorrai obiettare. Non è proprio esatto: l'app mostra anche tutto il procedimento per arrivare al risultato. Insomma, se la matematica non è il tuo forte, forse hai trovato un valido supporto per acquisire i procedimenti da applicare durante i compiti in classe...

Nessun commento:

Posta un commento