domenica 16 dicembre 2018

No grazie, preferisco scoprirlo da me

Da circa un mese c'è un veggente che mi spamma quasi tutti i giorni al mio indirizzo e-mail principale — quello associato alle mie vere generalità, per intenderci — chiamandomi pure per nome.  Ecco il testo del suo ultimo messaggio, arrivato stamattina con oggetto Scopra subito come sarà il suo 2019, nel quale ho censurato il mio nome per proteggere la mia preziosissima identità segreta! ;-)
Cara ***,
perché non cogliere l’occasione più importante della sua vita?
Quello che si sta verificando nel suo Cielo Astrale è un fenomeno senza precedenti: senza muovere un dito lei riuscirà ad ottenere enormi guadagni, a coronare tutti i suoi progetti (anche quelli più ambiziosi), a suscitare l’ammirazione delle persone che la circondano… e ricevere incredibili soddisfazioni.
Il solo limite che troverà nel meraviglioso 2019 che la attende… sarà la sua immaginazione ***.
Ne sono certo, grazie all’incredibile scoperta ho appena fatto su di lei, posso affermare con sicurezza che il 2019 sarà l’anno in cui la sua vita prenderà una svolta decisiva in tutti in campi.
Vuole conoscere l’antico segreto che le permetterà di prendere in mano il suo destino? Eccolo qui ***.
Non si lasci scappare questa occasione, perché non le si ripresenterà mai più un’opportunità simile.
Il suo amico,
Victor.
Questa email fa seguito alla sua iscrizione al sito victorveggente.com dopo aver visionato l'informativa sulla privacy
Se non desidera ricevere ulteriori comunicazioni selezioni questo link
Link sul quale mi sono ben guardata dal cliccare, perché temo che finirei solo per peggiorare la situazione. Comunque sarei davvero curiosa di sapere attraverso quali vie questo tizio ha reperito il mio nome e il mio indirizzo e-mail: mai e poi mai mi sarei potuta iscrivere consapevolmente a qualcosa che avesse a che vedere con la divinazione. E mi domando: chissà quanta gente, che a differenza della sottoscritta a certe cose ci crede eccome, non avendo gli strumenti per riconoscerle come pura fuffa (parola che non a caso fa rima con truffa), risponderà a Victor per farsi predire il futuro e lo pagherà pure profumatamente?
N.B.: Il filtro antispam l'ho disattivato per non incorrere in falsi positivi, anche se a volte Gmail qualche messaggio innocuo me lo blocca lo stesso.

sabato 15 dicembre 2018

I segreti della toilette

Quest'oggi condivido qualche spunto che potrebbe mettere seriamente in crisi i maniaci dell'igiene! ;-)
Due video piuttosto eloquenti: lo sapevi che i germi della toilette possono arrivare fino allo spazzolino da denti? Ecco perché dovresti sempre abbassare il coperchio del WC prima di tirare l'acqua.
Questo e quest'altro articolo – quest'ultimo corredato da un video esplicativo – suggeriscono che gli asciugamani ad aria calda non siano poi così igienici come si potrebbe pensare.
Concludo con l'immagine qua sotto, tratta da AsapSCIENCE.

L'analisi di uno starnuto:
  1. Il tuo cuore si ferma.
  2. La tua faccia esplode.
  3. Moccio e malattie vengono spruzzati fuori dalla tua bocca ad oltre 100 chilometri orari.
Il risultato → Mandi germi su altre persone e loro rispondono con «Salute» e «Awww... poverino!».
L'analisi di una puzzetta:
  1. Allevia i disturbi gastrici.
  2. Ti fa sentire bene. Suona bene.
  3. Rilascia una minuscola nube di metano.
Il risultato → Fai qualcosa di innocuo per le altre persone e loro rispondono con «Non ti amo più» e «Voglio il divorzio».

venerdì 14 dicembre 2018

Paris, je t'aime!

Secondo Wikipedia...
Rital (al plurale ritals) è un termine dell'argot popolare francese che indica una persona italiana o di origini italiane. Esso possiede una connotazione peggiorativa e ingiuriosa e venne applicato agli operai italiani immigrati in massa in Francia e Belgio prima e dopo la seconda guerra mondiale per lavoro.
E Ritals è anche il titolo di una divertente web-serie con protagonista Svevo Moltrasio, romano de Roma trapiantato ormai da anni a Parigi.
Io, che la Francia ce l'ho nel cuore e adoro il modo in cui Svevo la racconta, fino a poco tempo fa ero iscritta al relativo canale YouTube, ma poi, essendo rimasta a corto di tempo libero e volendo sfoltire le potenziali cause di distrazione, ho annullato l'iscrizione. Invano, tanto Facebook lo apro di continuo... ed è proprio lì che mi sono imbattuta in questo video uscito pochi giorni fa nel quale Svevo spiega le cose da sapere prima di trasferirsi a Parigi.



Poi, siccome una cosa tira l'altra, sono approdata a quest'altro video risalente a qualche mese fa e dedicato ai misteri della lingua francese. Alcuni di questi li conoscevo fin da quando cominciai a studiarla alle scuole medie, altri invece li ignoravo proprio... e stamattina, guardando il video sul treno affollato, arrivata al punto in cui Svevo traduce in maniera letterale alcune tipiche espressioni idiomatiche non sono mica riuscita a trattenermi dallo sghignazzare in maniera abbastanza udibile! :-D



Oh, sai cosa? Quasi quasi mi reiscrivo... :-)

giovedì 13 dicembre 2018

Regali destinati a durare per sempre

A dodici giorni dal Natale, credo sia giunto il momento di respirare un pizzico di quel sano spirito delle Feste. :-)
È indubbiamente notevole, l'ormai tradizionale spot natalizio della catena britannica di grandi magazzini John Lewis & Partners che può contare su un protagonista d'eccezione, la popstar inglese Elton John...


... ma di certo non mi ha commossa quanto il cortometraggio qua sotto, realizzato a bassissimo costo dal film-maker e regista Phil Beastall.


L'amore è un dono che dura per sempre. Altro che il pianoforte del piccolo Reginald Kenneth Dwight! ;-)

mercoledì 12 dicembre 2018

LEGO creativo

Toh, ogni tanto mi ricordo che su questo blog c'è pure la categoria LEGO! ;-) Ecco perché oggi condivido due video particolarissimi che hanno i mitici mattoncini come protagonisti.
Il trailer di Blade Runner rifatto in maniera meticolosa coi LEGO, a confronto con l'originale...



... e Lego In Real Life 3, un sorprendente corto d'animazione in stop motion.


martedì 11 dicembre 2018

Il segreto della felicità eterna

È stata una lunga giornata, e quella di domani si preannuncia ancor più impegnativa... per cui stasera mi limito a condividere una divertente "perla di saggezza" scovata in rete: trattasi di un meme che mostra un rapido scambio di battute tra un guru e un uomo desideroso di attingere alla sua sapienza.

«Qual è il segreto della felicità eterna?»
«Non discutere con gli sciocchi.»
«Non sono d'accordo.»
«Sì, hai ragione.»

lunedì 10 dicembre 2018

Siamo tutti uguali

Il mese scorso la pagina Facebook In fondo a Sinistra ha condiviso la foto qui sotto: nella metropolitana di una città non meglio identificata, un giovane di colore espone un cartello con su scritto l'articolo 3 della nostra Costituzione.

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
... e prosegue...
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.
A chi volesse obiettare che "quello lì non è un cittadino italiano" – perché escludere che lo sia a prescindere? – o addurre altre critiche dettate da un malcelato razzismo consiglio di dare una letta ad un testo di respiro ancora più ampio: la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo. Di questi tempi, una boccata d'ossigeno di cui c'è un disperato bisogno.

sabato 8 dicembre 2018

Ma grazie, troppo buona!

Quando ricevo via e-mail la notifica di un nuovo commento lasciato a un post del mio blog, la apro sempre con un pizzico di trepidazione. Ma non di rado la mia speranza rimane delusa. Ad esempio, l'altroieri è arrivato un commento al post su Tumblr che avevo pubblicato il giorno prima. L'autrice era una certa Aishwarya, e mi diceva...
After looking into a handful of the blog articles on your site, I really like your technique of writing a blog. I book marked it to my bookmark site list and will be checking back in the near future.
... ovverosia, tradotto dall'inglese...
Dopo aver esaminato una manciata degli articoli del blog sul tuo sito, apprezzo davvero la tua tecnica di scrivere un blog. Ho aggiunto il segnalibro alla mia lista di siti preferiti e tornerò a visitarlo nel prossimo futuro.
Niente male, vero? Peccato che subito dopo la tipa abbia piazzato una serie di link a una pagina dedicata all'asset management software – o software asset management, devo ancora capire di cosa si tratti – che non c'azzeccavano un tubo col resto. Una suadente forma di spam, insomma. Inutile dire che il commento l'ho eliminato...
Al contrario capita che io non riceva la notifica via e-mail di commenti più che sensati perché il filtro antispam di Gmail me li dirotta nella cartella Spam, malgrado io il filtro antispam l'abbia disattivato (!). In genere la motivazione è la seguente:
Fai attenzione a questo messaggio
Gmail non ha potuto verificare che provenisse realmente da libero.it. Evita di fare clic sui link, scaricare gli allegati o rispondere con informazioni personali.
Isn't it ironic?

venerdì 7 dicembre 2018

Ma che davero?

Domani in Piazza del Popolo a Roma – sì, proprio la capitale del potere politico che un tempo i leghisti additavano come "ladrona", salvo poi insediarcisi fin troppo comodamente – avrà luogo la manifestazione della Lega guidata dal suo segretario nonché vicepremier Matteo Salvini. Sorvolerò sui manifesti che promuovono l'evento e che mostrano le foto di svariati oppositori del partito con la scritta «LUI/LEI NON CI SARÀ», col chiaro scopo di additarli al pubblico ludibrio (mentre dal mio punto di vista si tratta di un indubbio titolo di merito), e sulle innumerevoli rivisitazioni satiriche, per quanto gustose. Nei giorni scorsi in città sono stati affissi dei geniali manifesti di segno opposto contrassegnati dall'hashtag #RomaNonFaLaStupida – sarebbe #RomaNunFaLaStupida, ma vabbè – e dallo slogan «L'8 dicembre la Lega manifesta a Roma. Ma che davero? Roma resiste e non si fa prendere in giro!», in cui personaggi storici, reali o di fantasia legati alla Città Eterna esprimono la loro contrarietà nei confronti del raduno leghista.


[Speriamo, Rome'... Ma tanto temo che i telegiornali della Rai parleranno in ogni caso di una marea di gente; sono ormai asserviti al regime, come dimostra la notizia dell'eroico ambulante marocchino del quale si è voluta sottolineare per prima cosa la scarsa padronanza della nostra lingua]
A proposito di romanità, sulla pagina Facebook Rome is More è stata pubblicata una serie di illustrazioni che spiegano alcuni termini e modi di dire tipici del dialetto capitolino traducendoli in lingua inglese: l'effetto è piuttosto divertente. :-D


[Quest'ultima mi capita di dirla con particolare frequenza... ;-)]

giovedì 6 dicembre 2018

Vogliamo politici di spessore!



È fin troppo facile ironizzare su notizie come questa:
Toninelli non va al convegno, i sindacati "sostituiscono" il ministro con un cartonato
E infatti ne è scaturita una raffica di battute del tipo «è la prima volta che lo si sente dire cose sensate» oppure (più realisticamente) «... che non lo si sente dire str***ate».
Trovi qui un'antologia delle sue "migliori" gaffe aggiornata a due mesi fa: da allora l'elenco ha continuato ad allungarsi.
Comunque, ridendo e scherzando, i pentastellati rispetto alle elezioni del 4 marzo di consensi sembrano effettivamente averne persi un po', mentre la Lega li ha addirittura raddoppiati. E questo di sicuro non è un miglioramento... :-(
[La vignetta che apre il post è di GLMart - Giuseppe La Micela]