Loading

domenica 29 maggio 2016

Se lui fosse ancora qui

Esattamente un anno fa il mio papà lasciava questa terra. Ricordo che dieci giorni prima, quando venne ricoverato in ospedale, era in pieno svolgimento il Giro d'Italia, un appuntamento fisso dei suoi pomeriggi di maggio... ma l'edizione dello scorso anno era "orfana" del suo idolo: il suo conterraneo (nativo di Messina) Vincenzo Nibali, dopo aver vinto il Giro 2013, aveva deciso per il secondo anno consecutivo di rinunciare alla corsa rosa per concentrarsi sul Tour de France. Chissà come sarebbe stato contento, papà, se avesse potuto assistere alla clamorosa rimonta che ieri è valsa allo Squalo dello Stretto il trionfo nel Giro 2016... (Va detto che il suo rivale Esteban Chaves e i genitori di quest'ultimo hanno incassato la sconfitta in maniera encomiabile. È questo, lo sport pulito che piace a me... a noi!)
Adesso che è passato un anno posso dire che la perdita di papà è stata durissima da metabolizzare: certe cose non si superano mai del tutto, dimenticare poi è impossibile, tutt'al più con un'assenza così ingombrante si può imparare faticosamente a conviverci. Mi riconosco parecchio, e mi commuovo in modo indescrivibile, leggendo il testo di Hurt, la canzone scritta da Christina Aguilera insieme a Linda Perry e dedicata al padre di quest'ultima: anche se sono stata quasi sempre accanto a papà, soprattutto negli ultimi difficili mesi e pure quando se n'è andato, sapessi quanti rimorsi, rimpianti per le parole non dette e le domande non fatte... Cicatrici indelebili nell'anima.


Ecco la traduzione del testo di Hurt.
Sembra ieri che ho visto il tuo viso
Mi hai detto quanto eri orgoglioso ma io me ne sono andata
Se solo avessi saputo quello che so oggi
Ti stringerei tra le mie braccia
Ti strapperei via il dolore
Ti ringrazierei per tutto quello che hai fatto
Perdonerei tutti i tuoi errori
Non c'è niente che non farei
Per poter sentire di nuovo la tua voce
A volte vorrei chiamarti
Ma so che non sarai lì
Mi dispiace di averti incolpato
Per tutto quello che non riuscivo a fare
E ho ferito me stessa ferendo te
Certi giorni mi sento distrutta dentro ma non lo ammetterò
A volte voglio solo nascondermi perché sei tu che mi manchi
E sai che è così difficile dirsi addio quando si arriva a questo punto
Mi diresti che avevo torto?
Mi aiuteresti a capire?
Mi stai guardando dall'alto?
Sei orgoglioso di ciò che sono?
Non c'è niente che non farei
Per avere solo un'altra possibilità
Di guardarti negli occhi
E vederti ricambiare lo sguardo
Mi dispiace di averti incolpato
Per tutto quello che non riuscivo a fare
E ho ferito me stessa
Se avessi solo un altro giorno
Ti direi quanto mi sei mancato da quando te ne sei andato
Oh, è pericoloso, è fuori dagli schemi
Cercare di riportare indietro il tempo
Mi dispiace di averti incolpato
Per tutto quello che non riuscivo a fare
E ho ferito me stessa
Ferendo te

Nessun commento:

Posta un commento