Loading

venerdì 20 maggio 2016

La spiegazione è semplice...

Consultando gli odierni aggiornamenti di Feedly, ho trovato fra le altre cose la citazione di una frase che il medico e ricercatore statunitense Theodore Woodward era solito usare per invitare i suoi studenti a pensare innanzi tutto alle ipotesi diagnostiche più probabili e quindi alle patologie più frequenti, piuttosto che a quelle più improbabili e rare...
Se stai camminando per Greene Street e senti un rumore di zoccoli dietro di te, non voltarti aspettandoti di vedere una zebra. Aspettati un cavallo.
[Greene Street era la strada di fronte all'Ospedale Universitario di Baltimora, dove il professor Woodward teneva le sue lezioni]
... e subito dopo ho letto questo post di Paolo Attivissimo che sbufala il presunto avvistamento di un anacronistico smartphone nel video di un incontro di boxe del 1995, epoca in cui l'iPhone era ancora di là da venire, ma esistevano già fotocamere digitali a buon mercato.


Per l'ennesima volta, piuttosto che applicare l'aureo principio del rasoio di Occam, secondo cui a parità di fattori la spiegazione più semplice è da preferire, ci si diverte a escogitare le spiegazioni più fantasiose... in questo caso la presenza di un viaggiatore nel tempo! ;-) Meno noto di quello di Occam, ma altrettanto tagliente, è il rasoio di Hanlon, che suggerisce di...
Non attribuire mai a malafede quel che si può ragionevolmente spiegare con la stupidità.

Nessun commento:

Posta un commento