Loading

sabato 7 maggio 2016

Quello che non sapevi su Facebook

Sul giornale online The Post Internazionale ho letto 10 fatti curiosi su Facebook che forse non sapete (io di questi non ne conoscevo quasi nessuno, in effetti).
Nato dodici anni fa in una stanza di un college americano da un’idea di Mark Zuckerberg e alcuni suoi amici, Facebook vanta oltre un miliardo di utenti registrati, una popolazione di poco inferiore a quella della Cina.
Oggi è una delle società più ricche e importanti al mondo, e ha ottenuto un peso politico di rilievo oltre che mediatico: da due anni a questa parte, il social network sta modificando considerevolmente il modo di fare giornalismo. Ci sono alcune cose non necessariamente scontate da sapere su Facebook.
Poiché ho un'insopprimibile antipatia per le photogallery che ti obbligano a scorrerle punto per punto, quando sarebbe assai più pratico raccogliere tutti i punti in un'unica pagina, te li elenco qui di seguito... invitandoti comunque a seguire la pagina Facebook di TPI, grazie alla quale sono venuta a conoscenza di questa e altre cosucce interessanti.
  1. Non puoi bloccare Mark Zuckerberg su Facebook [ma tu guarda un po'!, NdC].
  2. Diverse persone sono state uccise per aver tolto l'amicizia a qualcuno su Facebook [qua da noi invece un quindicenne di origine albanese residente nel bresciano si è suicidato perché un'amica gli aveva tolto l'amicizia... o almeno è questa la versione dei fatti raccontata dai mezzi di informazione, NdC].
  3. Facebook tiene traccia di quale sito visiti anche dopo che hai fatto logout [bella roba!, NdC].
  4. Ci sono circa 30 milioni di utenti morti su Facebook.
  5. Facebook, Twitter e il New York Times non sono accessibili in Cina dal 2009.
  6. Secondo i dati analizzati, la settimana che precede il Natale è quella in cui le coppie si lasciano con maggiore frequenza.
  7. Qualsiasi cosa che scrivi nella casella dedicata agli status viene inviata ai server di Facebook anche se non clicchi su Pubblica.
  8. Un blogger assume una donna per schiaffeggiarlo ogni volta che sta su Facebook [trovo che questa figura professionale abbia notevoli prospettive di crescita! ;-) NdC].
  9. Facebook ha una funzione che ti permette di scegliere chi gestirà il tuo account dopo la tua morte.
  10. Apri una conversazione in Facebook Messenger e digita @FBCHESS PLAY per iniziare una partita a scacchi con un amico.

1 commento:

  1. Segnalava Il Post, qualche giorno fa, che faccialibro ha umboccato una strada piuttosto inaspettata :)

    RispondiElimina