Loading

venerdì 27 maggio 2016

Panni sporchi lavati nella piazza del web

Le ultime ventiquattr'ore o poco più sono state campali per un paio dei VIP più popolari della "socialsfera" italiana! :-)
Dopo che su TVBlog.it è uscita un'intervista a Giancarlo Magalli, nella quale l'anchorman romano spendeva parole poco lusinghiere nei riguardi di Adriana Volpe, sua partner nella conduzione de I fatti vostri...
Al tuo fianco, da anni, c'è Adriana Volpe. "Oggi in un'intervista Adriana Volpe ha dichiarato che io e lei non ci frequentiamo nella vita privata per via della differenza di età. A parte il fatto che quelle due ore alla mattina bastano ed avanzano, ha comunque ragione: io nella vita privata frequento donne più giovani (e più mature)", avevi scritto sui social qualche tempo fa. Non vi siete mai amati?
"No, mai. Questa è la verità ed è inutile negarla perché si vede. C'è addirittura un gruppo su Facebook che si chiama 'Perché Magalli non guarda mai la Volpe quando parla?' o qualcosa del genere. Non l'ammazzerei, per carità: ci lavoro, la sopporto, ma alcune sue prerogative non mi rendono contento. Non ci posso far niente. Ho avuto tante partner nella mia carriera, sono sempre andato d'accordo con tutte. Le uniche tre con cui non sono andato d'accordo sono la Falchi, la Parisi e la Volpe ma per motivi diversi. La Parisi era capricciosa, arrivava tardi e faceva come le pare; ho sempre detto, però, che quando lavorava era di una bravura che le si perdonava tutto. Alle altre due, ecco, manca quest'ultimo aspetto".
... la diretta interessata ha reagito piccata sulla sua pagina Facebook.
Non so perché Giancarlo sia stato così offensivo, ma non si può sempre gettare fango sulle persone, e se mette in discussione la mia professionalità allora reagisco . Sono laureata e lui no, sono entrata nell'ordine dei giornalisti pubblicisti nel 2004 e lui no , ma Giancarlo dovrebbe stare sereno, ha fatto la storia della televisione, dovrebbe essere meno critico e più costruttivo, nella posizione in cui è dovrebbe cercare di costruire nuove carriere invece di cercare di distruggerle. Non fa una bella figura , perché sembra quasi che voglia ostinatamente salvaguardare il suo posto , essendo in pensione da anni, da possibili sostituzioni con professionisti più giovani. Ma non deve temere perché è il migliore nel suo campo. Concludo solo dicendo : SOS cercasi mecenate che possa dare una possibilità ai giovani e tu Giancarlo nella tua posizione puoi fare molto !
Magalli ha replicato a sua volta nei commenti...
Sono tranquillissimo. Ci sono sicuramente giovani bravi che prenderanno prima o poi il mio posto, ma non riesco ad annoverare tra questi anche Adriana che, guarda caso, lavora da vent'anni grazie alla stima di un'unica persona. [Starà forse parlando di Michele Guardì?, NdC] Vent'anni, sì, perché anche lei non è proprio una bimba. E comunque non mi pare di avere offeso nessuno. Dov'è l'offesa? Nel dire che lavorare con lei non mi piace? Io la chiamo sincerità, ma chi non ci è abituato può non gradire, lo capisco.
Chissà se nella prossima stagione i due torneranno a lavorare insieme, vista la tensione che si è venuta a creare.
Ma non è finita qui... C'è un'altra persona che non ha gradito di essere stata tirata in ballo da Magalli nell'intervista di cui sopra: Gianni Morandi, il quale ha scritto sulla sua seguitissima bacheca...
Posto senza commentare, volete farlo voi?
"...Farsi usare dal web può essere divertente...al contrario, non riesco ad usare il web per pubblicare foto dove sbuccio i piselli..."
Ti riferisci a Gianni Morandi?
“Lui, come altri, hanno una forte preoccupazione di apparire sul web. Morandi ha 2 milioni di follower ma, se esce con un disco nuovo, quei seguaci non valgono 100 dischi in più. Non funziona. E allora qual è lo scopo di fare la fatica di andare ogni giorno a fare una foto con i piedi nel ruscello? Per dare un’immagine di te? Dopo cinquant’anni di carriera la gente già dovrebbe avercela un’immagine ben chiara di quel che sei. La considero una fatica inutile. Io sono lì per divertirmi e divertire senza nessuno scopo commerciale”.
[Il post "incriminato" sulla sbucciatura dei piselli è qui]
A questo punto è stato il conduttore – che su Facebook ha un profilo personale, a differenza del cantante che ha una fanpage – a prendere la parola per dire...
Caro Gianni, mi dispiace che tu voglia aizzarmi contro i tuoi due milioni di follower. Io esprimevo solo un pensiero che forse non era chiaro, ma certamente non voleva essere offensivo. Provo a spiegartelo direttamente, senza il tramite dei giornalisti, anche se vedo che qualcuno dei tuoi commentatori ha capito.
Io credo che una persona come te, che ha tanto successo da tanti anni, non abbia bisogno di pubblicare foto strappalike per capire che la gente gli vuole bene. Sono certo che ti basta scendere per strada o fare un concerto per percepire l'affetto della gente. Il pubblico non ha bisogno di vederti sbucciare piselli per capire che sei una persona per bene. Io lo so da anni, da quando non esisteva internet (e forse si viveva meglio).
Non te la prendere, continua a pubblicare le foto che vuoi e noi continueremo magari a sorriderne un po', ma in fondo sorridere è una cosa bella.
Ciao.
Giancarlo
Oggi Gianni Morandi ha tentato di chiudere la questione pubblicando questa foto...


... corredata dalle parole seguenti...
27 maggio.
Oggi poto le rose, cosa dirà Magalli?
Giancarlo, ti piace la foto?
... al che Magalli ha commentato...
Bella e belle le rose.
Sarà tutto chiarito? Mah, speriamo! :-)
La sottoscritta in passato ha dedicato dei post sia a Magalli sia a Morandi. Poiché provo simpatia per entrambi, mi piange il cuore nel vederli battibeccare come umarell all'ospizio, con l'aggravante di farlo sulla pubblica piazza del web... e non è nemmeno la prima volta. Questa volta non prendo le parti di nessuno dei due: se Magalli è stato poco signorile, anche se non lo definirei offensivo, nei confronti di Adriana Volpe, trovo che sia stato poco corretto da parte di Morandi aizzare di fatto contro il suo (ex?) amico i suoi affezionatissimi follower senza neanche prendersi la briga di esporsi in prima persona. Per quanto riguarda l'opinione di Magalli sull'attività social del cantante, sarei propensa a dare ragione al conduttore. Mi sarebbe piaciuto credere che Morandi è così attivo su Facebook per il puro piacere di interagire coi suoi fan, ma da quando si è scoperto che si affida a un social media manager – che si tratti di sua moglie Anna oppure no, di sicuro i suoi post non sono spontanei e immediati come vorrebbe farci credere – non la bevo più, mi spiace... ;-)
A proposito di Adriana Volpe, non posso che condividere l'opinione negativa del suo ben più esperto collega: lei non mi è mai piaciuta, e non ha di certo guadagnato punti nella mia stima sbandierando la sua laurea, peraltro conseguita a quasi quarant'anni di età presso l'Università telematica e-Campus, mica alla Normale di Pisa. Pur avendo una signora laurea, non mi sono mai sognata di mettere a tacere chicchessia ostentando i miei titoli... Sarò io che non sono adatta a questo mondo? Mi sa di sì, ahimè. Proprio oggi riflettevo sul fatto che io mi faccio sempre un sacco di scrupoli di coscienza nei confronti degli altri e delle loro esigenze, ma non vengo quasi mai ripagata con la stessa moneta. Forse dovrei imparare a fregarmene un po' di più, ecco!

Nessun commento:

Posta un commento