Loading

martedì 1 luglio 2014

Un bel tuffo nell'infanzia... e ritorno

Giorni fa sono venuta a sapere, leggendo questo post, che la Yamato Animation stava rendendo via via disponibili gratuitamente sul suo canale YouTube tutti gli episodi di Holly e Benji, due fuoriclasse, la serie animata giapponese che da bambina mi insegnò i rudimenti del giuoco del calcio (la verosimiglianza... ehm, quella no), mentre l'interesse l'avevo già ereditato da mio nonno materno, tifoso juventino appassionato come pochi. Ho scaricato i primi episodi e ne ho visti un paio; piacevoli, per carità, e per giunta il finale di ciascuno di essi è concepito in maniera tale da invogliare a proseguire nella visione... ma poi mi son detta: mica potrò guardarli tutti e sessantaquattro?! C'ho pur sempre un'età, io! ;-) E oggi, dopo essermi imbattuta per caso negli spassosissimi video che riassumono in tre minuti o poco più altri due cartoni animati ambientati nel mondo dello sport, Mimì e la nazionale di pallavolo (eh sì, anch'io rimasi traumatizzata dall'idea delle catene ai polsi) e Mila e Shiro due cuori nella pallavolo, spero che il titolare del canale in questione, Stefano Piffer, si dedicherà prima o poi anche all'imbattibile accoppiata di campioncini del Sol Levante. Finora, oltre alle vicende delle fortissime pallavoliste nipponiche, ha riassunto Lady Oscar (di cui non serbo quasi alcun ricordo... si vede che ero troppo piccola non ero ancora nata! ;-)), Georgie (quella che ho guardato io doveva essere una versione censurata, perché tutti quei riferimenti espliciti al sesso non ce li ho mica presenti!), Kiss Me Licia (la prima soap opera della mia vita, in un certo senso) e C'era una volta... Pollon (il mio preferito... quasi tutto ciò che so sulla mitologia lo devo a questo cartone! :-)).
Ma ora basta coi revival, è proprio ora di lasciarsi definitivamente l'infanzia alle spalle... e l'ascolto di Orgia Cartoon dei Gem Boy – che ho ascoltato domenica scorsa durante un divertentissimo viaggio in pullman alla volta di Castelluccio di Norcia – è proprio quello che ci vuole per mandare in frantumi decine di ricordi innocenti in un colpo solo! ;-)

Nessun commento:

Posta un commento