Loading

sabato 4 febbraio 2017

Stare insieme è un lavoro... non per tutti

Quest'oggi ti propongo la traduzione del prezioso consiglio esposto da Stephan Labossiere, «certified life & relationship coach», in questo video sottotitolato da Higher Perspective. Vabbè, magari non è indispensabile un guru per arrivarci, in teoria sarebbe solo questione di buonsenso... che però non tutti hanno, specie in certe situazioni.
Sai di non essere pronto per una relazione quando non sei pienamente disposto a dare o a soddisfare i desideri e le esigenze di qualcun altro. In parole semplici: se cominci una relazione pensando «Oh bene, vediamo cosa ne ricaverò», parti con il piede sbagliato. Va bene «Allora, cosa sono disposto a dare?». Quindi, se questa persona sta entrando nella tua vita, e avrà bisogno che tu la chiami, che vi incontriate tutte le sere della settimana, che tu ascolti tutti i suoi problemi, di qualunque cosa si tratti, devi domandarti: «Sono pronto a mettere in gioco il mio tempo e i miei sforzi per dare a questa persona ciò di cui ha bisogno?». E se la risposta è no, non sei pronto per una relazione. Quello che vuoi è la convenienza, e questa non è una relazione. Una relazione non riguarda la convenienza, riguarda due persone che lavorano insieme, due persone che si danno l'una all'altra. Ci vuole del lavoro. Se non sei pronto a lavorare, non candidarti per il posto.

Nessun commento:

Posta un commento