Loading

sabato 14 giugno 2014

In lavastoviglie si può lavare proprio tutto?

La lavastoviglie è un'invenzione meravigliosa, inutile negarlo: grazie a lei, l'incombenza di dover lavare i piatti a mano è soltanto un ricordo, o quasi. In effetti si potrebbe avere la tentazione di infilarci tutto ciò che di sporco capiti in cucina... ma qualcosina è bene rassegnarsi a continuare a lavarla a mano, perché alcuni oggetti sono particolarmente delicati e potrebbero rovinarsi in maniera irrimediabile. Ma quali, di preciso? Beh, lo spiega un articolo tratto dalla sezione Taste di The Huffington Post statunitense, 11 Items You Should Never Put In The Dishwasher (11 cose che non dovresti mai mettere in lavastoviglie), e riporto qui di seguito l'elenco tradotto.
  1. Buoni coltelli da cucina (la lama potrebbe rimanere smussata).
  2. Pentole in ghisa (il lavaggio in lavastoviglie altera le naturali proprietà antiaderenti della superficie, oltre a rischiare di arrugginirla).
  3. Cucchiai e spatole di legno (ad alte temperature possono facilmente deformarsi, rompersi, sfaldarsi o perdere la finitura, a meno che le istruzioni del produttore non assicurino il contrario).
  4. Cristallo e vetro soffiato (ma stiamo scherzando?! Si tratta di materiali molto sensibili al calore che potrebbero andare in pezzi, o nella migliore delle ipotesi perdere la loro brillantezza per effetto dei detergenti!).
  5. Posate dorate (sono belle da vedere, vero? Beh, lavale in lavastoviglie, e puoi anche dire addio al color oro...).
  6. Pentole e padelle antiaderenti (in seguito al lavaggio in lavastoviglie il rivestimento in Teflon potrebbe perdere le sue proprietà).
  7. Coltelli con il manico cavo (la maggioranza di essi sono incollati con adesivi che possono cedere dopo il lavaggio in lavastoviglie).
  8. Oggetti in alluminio usa e getta (non tanto per loro, ma perché potrebbero danneggiare altre cose).
  9. Plastiche morbide monouso (in genere gli oggetti in materiale plastico sono lavabili in lavastoviglie – anche se si dovrebbero verificare le raccomandazioni del produttore, e in ogni caso caricarli solo sul cestello superiore – ma la plastica monouso, come i vasetti di yogurt, no).
  10. Lattine e bottiglie da riciclare o riutilizzare (le etichette attaccate con la colla potrebbero creare problemi).
  11. Piatti con rifiniture dorate (la lavastoviglie si mangerebbe la colorazione!).
P.S.: In compenso ci sono oggetti che forse non avresti mai pensato di lavare in lavastoviglie, e che invece a quanto pare ci possono finire tranquillamente. Li puoi vedere nella presentazione Weird Things You Can Put In The Dishwasher posta in calce all'articolo suddetto: spazzolini da denti, sex toys (!), patate, berretti da baseball, scarpe, pettini, attrezzi da giardino, spugne da cucina, giocattoli in plastica, tastiere (io non ci proverei mai e poi mai, ma c'è chi l'ha fatto con successo), salmone (per una cottura "a fuoco lento"), sacchetti e scatole portapranzo, giocattoli per animali, placche per prese e interruttori, gioielli. Comunque declino ogni responsabilità sull'esito e ti invito a fare riferimento alle spiegazioni presenti in ciascuna slide! :-)
P.S.: Già che siamo in argomento... proprio oggi ho condiviso sul mio tumblr un video, registrato con una videocamera GoPro, che mostra dall'interno cosa accade dentro una lavastoviglie in funzione.

Nessun commento:

Posta un commento