Loading

sabato 9 gennaio 2016

Love your own curves!

Noi donne abbiamo una certa propensione a vederci sempre un po' più grasse di quanto siamo in realtà... l'esatto contrario degli uomini, almeno secondo la vignetta qui accanto! ;-) E tendiamo a prendercela non poco quando qualcun altro, in particolare se si tratta dell'uomo che amiamo, dà ad intendere di aver notato in noi un tantino di ciccia, che magari lui trova pure sexy; esemplare in tal senso questo post di Dania... :-)
"Se vuoi stare a dieta per sentirti meglio, va bene. Sappi però che a me piaci moltissimo così ciccetta".
Vale come attenuante in tribunale?
Se noi donne fatichiamo ad accettare i nostri difettucci, è fondamentale che la persona con cui abbiamo un legame sentimentale ci ami proprio così come siamo, con tutte le nostre imperfezioni, fisiche e non solo: altrimenti non si può neanche parlare di amore...
Poco tempo fa è divenuto virale in Rete uno status di Victoria Caroline Haltom, una fotografa americana specializzata in "boudoir", genere fotografico molto in voga oltreoceano, che non va confuso con il nudo commerciale o artistico e che mira a esaltare la sensualità e l'eleganza femminili (cit.). Ne riporto la traduzione qui di seguito.
Questa sera voglio raccontare a voi signore di quella volta che ho combinato un autentico casino. Avevo cominciato da poco a fare il boudoir, e avevo una signora sui quarantacinque anni che aveva prenotato i miei servizi in un MERAVIGLIOSO hotel nel centro di San Antonio. Era una bella taglia 50 tutta curve. Pensai che sembrava una dea, ma come la maggior parte delle donne aveva una richiesta...
Venne da me, mi guardò dritto negli occhi e disse: «Voglio che tu elimini con Photoshop tutta la mia cellulite, tutte le mie smagliature, TUTTO il mio grasso e tutte le mie rughe... falli sparire e basta. Voglio sentirmi meravigliosa solo UNA VOLTA». Allora feci esattamente come mi aveva chiesto. Trascorremmo un'ora e mezza insieme facendo molte, molte pose. Tornai a casa, feci sparire ogni singola smagliatura, levigai tutte le fossette della cellulite, tolsi ogni ruga. La trasformai nel compendio di ciò che tutte le donne sognano di essere.
Arriva Natale, e lei regala al marito un BELLISSIMO album fatto a mano con circa 30 delle sue foto. Tre giorni dopo, ricevo quest'e-mail molto REALE:
«Ciao Victoria,
sono il marito di (omissis), ********. Ti sto scrivendo perché di recente ho ricevuto un album contenente delle foto che hai scattato a mia moglie. Non voglio che tu pensi che io sia in qualche modo arrabbiato con te... ma ho alcuni spunti di riflessione che vorrei comunicarti. Sto con mia moglie da quando avevamo 18 anni, e abbiamo due bellissimi bambini insieme. Abbiamo avuto molti alti e bassi nel corso degli anni, e credo... beh, in realtà SO che mia moglie ha fatto queste foto per me per rendere le cose più eccitanti. Lei a volte si lamenta che non devo trovarla attraente, che non mi biasimerebbe se trovassi qualcuna più giovane. Quando ho aperto l'album che lei mi ha dato, il mio cuore è sprofondato. Queste foto... per quanto siano bellissime e per quanto tu sia chiaramente una fotografa di grande talento... non sono mia moglie. Tu hai fatto sparire ogni suo "difetto"... e sebbene io sia sicuro che questo è esattamente ciò che lei ti ha chiesto di fare, ha rimosso tutto quello che costituisce la nostra vita. Quando hai eliminato le sue smagliature, hai eliminato la documentazione dei miei figli. Quando hai eliminato le sue rughe, hai eliminato oltre due decenni delle nostre risate e delle nostre preoccupazioni. Quando hai eliminato la sua cellulite, hai eliminato il suo amore per la buona cucina e tutte le prelibatezze che abbiamo mangiato nel corso degli anni. Non ti sto dicendo tutto questo per farti sentire una persona orribile, tu stai solo facendo il tuo lavoro e io lo capisco. In verità ti sto scrivendo per ringraziarti. Vedere queste immagini mi ha fatto capire che io onestamente non dico abbastanza a mia moglie quanto la AMO e la adoro proprio così com'è. Lei se lo sente dire così di rado che deve aver pensato che queste immagini photoshoppate fossero ciò che io volevo e avevo bisogno che sembrasse. Devo fare di meglio, e per il resto dei miei giorni ho intenzione di celebrarla in tutte le sue imperfezioni. Grazie per il promemoria.
Saluti,
********»
Signore, io posso photoshoppare quasi qualsiasi cosa. Ma vi incoraggio a pensare due volte a quante "alterazioni" facciamo. I nostri cari ci amano e ci adorano così come siamo. Quest'email era autentica al 100%, e dopo averla ricevuta ho pianto come una bambina con il senso di colpa per almeno 6 mesi ogni volta che l'ho letta. Vi incoraggio ad accettarvi così come siete!
... oh, e nel caso in cui non doveste avere nessuno che vi dice come siete belle stasera... SIETE COSÌ DANNATAMENTE BELLE!!!
Non è meraviglioso che un uomo abbia scritto delle parole così appassionate riguardo alla sua donna? Oh, non è che io abbia alcunché da recriminare, dal momento che il mio cavaliere è sempre pronto a stroncare sul nascere le mie insicurezze riguardo all'aspetto fisico e non solo quello... :-*
Mi piace concludere il post con un fact condiviso da 8FACT...
Le donne formose [o curvy, come va di moda chiamarle oggigiorno anche in Italia, NdC] possono essere [ma non è detto che lo siano! ;-) NdC] più intelligenti rispetto alle donne magre per via degli acidi grassi nei fianchi che ne migliorano le capacità mentali.
... e con la traduzione delle ultime righe di un articolo di ScienceDump che spiega come il corpo femminile si sia evoluto in questo modo – bacino largo, un po' di ciccia su sedere, pancia e cosce – per delle ottime ragioni, ovvero in estrema sintesi per adempiere meglio al ruolo materno.
Per tutte queste ragioni, le donne dovrebbero cercare di amare i loro corpi un po' di più. La prossima volta che ti troverai in un camerino di prova, confrontando mentalmente te stessa con un'altra donna, prova a ricordare che quelle curve sono lì per un motivo: a noi esseri umani ci son volute migliaia di anni per evolvere in questo modo!

Nessun commento:

Posta un commento