Loading

sabato 16 agosto 2014

Tre superlune in un colpo solo

L'estate 2014 è caratterizzata da ben tre superlune, termine popolare che designa la coincidenza di una Luna piena con la minore distanza fra Terra e Luna, il cui effetto è un aumento delle dimensioni apparenti della Luna vista dalla Terra: ce n'è stata una lo scorso 12 luglio, un'altra il 10 agosto, mentre una terza si potrà osservare l'8 settembre prossimo. L'Astronomy Picture of the Day pubblicato alla vigilia di Ferragosto con il titolo Surreal Moon sembra quasi un dipinto surrealista, appunto... ma in realtà è una foto – o più propriamente una composizione di foto – realizzata da Jerry Lodriguss.


Ecco la traduzione della relativa spiegazione.
Grande, luminosa e bella, una Luna piena vicina al perigeo, il punto più vicino della sua orbita ellittica attorno al nostro bel pianeta, è sorta il 10 agosto. Questa notevole immagine immortala la scena con una qualità surreale dalla costa orientale degli Stati Uniti. L'immagine è in realtà il risultato della composizione di dieci scatti digitali realizzati con tempi di esposizione da 1/500 di secondo a 1 secondo, preservando il contrasto e il dettaglio su una gamma di luminosità molto più ampia rispetto al normale. Ad una distanza al perigeo di soli 356.896 km, la Luna piena d'agosto è stata la più vicina, come pure la più grande e "super", dei tre pleniluni più vicini al perigeo del 2014, ora comunemente noti come superlune. Ma se ti sei perso la super-superluna di agosto, la prossima non-altrettanto-super-luna sarà l'8 settembre. Allora nei pressi della fase di plenilunio il perigeo lunare sarà leggermente più distante, a 358.387 km. Questo è soltanto lo 0,4% circa meno super (più lontana e più piccola) rispetto alla super-superluna.
Segnalo due gallerie fotografiche dedicate alla superluna agostana: quella di The Big Picture – tra le foto provenienti da tutto il mondo ho scelto quella scattata nella nostra Levico Terme –...


... e quella di The Wider Image; nella foto qui sotto, scattata dal fotografo della Reuters Darrin Zammit Lupi nella cittadina maltese di Musta, lo splendore della Luna non è minimamente offuscato, bensì impreziosito dalla magia dei fuochi d'artificio che celebrano la Festa dell'Assunta.


Uffa, non mi è ancora arrivato il grandangolare... e già devo pensare al teleobiettivo?! E sì, perché è quello che ci vuole, per fotografare la Luna come si deve! :-)
[Per il delizioso brano che calza a pennello come "colonna sonora" di questo post, Luna di città d'agosto, si ringrazia Jovanotti... e lo si perdona per l'intonazione non proprio perfetta! ;-)]

Nessun commento:

Posta un commento