Loading

lunedì 13 gennaio 2014

Zavorre da lasciar andare per poter prendere il largo


Quest'oggi mi va di condividere i link a tre testi – i primi due in italiano e il terzo in inglese – che elencano alcune cose da lasciarsi senza indugio alle spalle per poter stare bene, vivere appieno la propria vita ed essere felici. A volte mentre li leggevo avevo come l'impressione che l'autore potesse averli scritti pensando proprio a me... ed è questo il segnale che mi sprona ad impararli a memoria, o almeno assimilarli nel profondo, per poterli mettere in pratica nel quotidiano! :-)
Cominciamo dalle 15 Cose da Sacrificare per Essere Felice, che poi è il post che forse mi ha colpita di più. Ho provato a fare il conto di quante di queste cose mi sono trascinata o peggio continuo a trascinarmi appresso nel corso della vita, e... beh, diciamo che, se seguo questi suggerimenti, mi alleggerirò parecchio! ;-)
Proseguiamo con I dieci ladri della tua energia, del Dalai Lama: dieci consigli che ti aiuteranno a superare qualsiasi momento di crisi, prendendo energia e lasciando ogni pensiero negativo all'esterno.
Infine, 15 Beliefs That Are Keeping You Unhappy (15 convinzioni che ti rendono infelice) di Caroline Zwick, benché il titolo sia abbastanza simile a quello del primo testo, differisce nei contenuti. Per tua (e mia) comodità, lo traduco! :-)
Spesso ci raccontiamo delle storie sulle nostre vite, sui nostri obiettivi e sui nostri sogni. Diamo una tale importanza a queste storie che spesso si trasformano in regole rigide. Questa abitudine può trattenerci dall'accogliere il cambiamento e la crescita.
A peggiorare ulteriormente le cose, queste storie sono spesso segrete: di rado vengono messe in dubbio, in discussione o revisionate. Ci fanno rimanere bloccati e infelici perché ci impediscono di essere vulnerabili e quindi autentici. Una volta che mi sono resa conto delle storie che mi raccontavo e le ho dette ad alta voce, ho cominciato a sbrogliarle, e sono stata in grado di sostituire la restrizione e la rigidità con la libertà e la fluidità.
Ecco le 15 cose che ero solita credere e che mi hanno fatto rimanere bloccata ed infelice.
  1. Il lavoro viene prima del piacere. In realtà funziona esattamente al contrario: ho bisogno del piacere (tanto piacere!) in maniera tale da poter essere più produttiva, innovativa e piena di risorse.
  2. L'insalata mi farà dimagrire (e questo mi renderà felice). C'è stato un momento nella mia vita in cui mi sono detta che, se non mangiavo insalata per almeno un pasto al giorno, avrei preso un sacco di peso e sarei stata per sempre infelice. Mi sbagliavo su entrambe le cose.
  3. Ho bisogno di sapere tutto prima di potermi definire esperta. Il fatto è che, con internet a portata di mano, c'è una quantità infinita di informazioni. Essere esperti su un argomento significa essere in comunicazione costante con esso.
  4. Fare domande mi farà apparire stupida. In realtà, porre domande meditate mi farà risaltare come una persona che si interessa ed è curiosa.
  5. Chiedere aiuto agli altri li infastidirà e mi farà sembrare debole. In realtà alla maggior parte delle persone piace aiutare gli altri, e chiedere aiuto significa solamente che mi sento a mio agio con quello che sono.
  6. A meno che io non mi alleni tutti i giorni, il mio corpo comincerà ad apparire trascurato. Il mio corpo appare e si sente al suo meglio quando io sono in contatto con ciò di cui ha bisogno: attività e riposo.
  7. Se piaccio a tutti, sto agendo bene. È così FALSO! Quando piaccio a tutti, significa soltanto che sono come la vaniglia. È molto più autentico, divertente ed eccitante essere Cherry Garcia o Rum Raisin [due gusti di gelato più particolari, suppongo, NdC], perciò ho bisogno di alcune opinioni forti e di una personalità vera.
  8. Se sono vulnerabile, la gente mi userà. La gente ha cominciato a rispettarmi ed a cercare di più la mia azienda e le mie opinioni quando non mi sono preoccupata di mostrarmi più importante di quello che ero.
  9. Devo fare in modo di piacere agli uomini se voglio trovare una persona speciale. In realtà devo soltanto trovare un uomo (molto speciale) che mi ami per quello che sono veramente, perciò farei meglio a cominciare ad essere me stessa in primo luogo.
  10. Posso determinare il modo in cui mi vedono gli altri. No, posso determinare solamente il modo in cui mi vedo io.
  11. La strada per il successo è un lavoro duro. La strada per il successo è un lavoro appassionato che non si lascia fermare dal fallimento, dal dubbio o dalla paura.
  12. Dire di sì mostra alla gente quanto sono capace. Dire di sì quando lo voglio davvero mostra alla gente che do valore al mio tempo e ai miei sforzi (e così faranno loro).
  13. Quando ho una giornata no/fiacca/triste, c'è qualcosa di sbagliato in me. Avere una giornata no è del tutto normale, ed è un semplice promemoria per prendersela un po' più comoda. Non tutti i giorni devono andare al massimo perché io possa fare grandi cose.
  14. Andare a fare yoga nel bel mezzo della giornata è un lusso che ancora non mi merito. Andare a fare yoga nel bel mezzo della giornata è un lusso che mi concedo per il semplice motivo che mi fa sentire bene.
  15. Festeggiare i miei successi ad alta voce è snob e arrogante. Festeggiare i miei successi con coloro a cui tengo crea lo spazio affinché loro facciano lo stesso. Insieme possiamo sollevarci l'un l'altro e sperimentare la bellezza e la pienezza che esiste già nelle nostre vite.

Nessun commento:

Posta un commento