Loading

venerdì 3 gennaio 2014

Il giorno in cui la Terra ha sorriso

Te lo ricordi, il mio post dedicato alla celebre foto della Terra che da sei miliardi di chilometri di distanza appariva come un pallido puntino azzurro (parola di Carl Sagan)? Ebbene, nel 2013 è stata scattata quella che si può considerare la versione aggiornata di quell'immagine storica!
Quest'estate, per la prima volta, il mondo è stato informato che gli sarebbe stata scattata una fotografia da quasi un miliardo di miglia di distanza, il 19 luglio 2013. Quel giorno ci è stato chiesto di prenderci un momento per sorridere e salutare con la mano Saturno, da dovunque ci trovassimo, perché la debole luce proveniente dal nostro pianeta sarebbe stata catturata dalla fotocamera della sonda Cassini approfittando del fatto che Saturno avrebbe schermato l'abbagliante luce del Sole.
Dopo aver effettuato le necessarie elaborazioni, in autunno è stato rilasciato il mosaico completo di immagini di Cassini acquisite quel fatidico 19 luglio, il giorno in cui la Terra ha sorriso! :-)


In questo scatto oltre a Saturno è stata immortalata la Terra, di nuovo con l'aspetto di un pallido puntino azzurro...


... ma anche la Luna, Venere e Marte. Ecco la Terra e la Luna viste da Cassini.


Nel tweet grazie al quale sono venuta a conoscenza dell'articolo da cui ho tratto le foto e le informazioni riportate in questo post, l'astronauta italiana Samantha Cristoforetti ha commentato quest'ultima immagine osservando «Questi siamo noi - tutti noi - visti da un miliardo di chilometri di distanza. Dà una certa prospettiva, non è vero? :-)».
Ecco una versione annotata del mosaico, che mostra la posizione di tutti gli oggetti visibili: per ingrandirla basta cliccarci sopra.


Infine, la NASA ha realizzato un'altra versione del mosaico combinando foto provenienti da tutto il mondo di persone che salutavano Saturno: un mosaico al quadrato, in pratica! :-)

Nessun commento:

Posta un commento