Loading

venerdì 31 gennaio 2014

L'enorme bellezza

E così, ieri mattina ho salutato Roma e sono ripartita per Pescara, dove in serata avevo in programma la seconda lezione del corso base di fotografia che sto frequentando con entusiasmo! Una volta tanto nella vita devo dire che mi è andata di lusso: sono tornata appena in tempo per scampare al nubifragio che si è abbattuto sulla Capitale... :-/
Essendo solo all'inizio del suddetto corso di fotografia, non ho ancora avuto modo di applicare le nozioni che sto imparando, e di sicuro non ho tenuto fede al motto che il nostro "prof" Stefano Lista, parafrasando lo slogan «Don't think. Shoot» della Sony, ci ripete spesso: «Non scattare, pensa». Se avessi ponderato un po' di più ogni scatto, probabilmente non sarei tornata a casa con novecentocinquantuno fotografie... che adesso mi ci vorrà chissà quanto per organizzare! :-O Circa a metà della mia vacanza ho deciso di investire una decina di euro per affiancare una nuova memory card SDHC da 8 GB alla scheda SD da 2 GB che finora mi era sempre bastata e avanzata, ma che mi avrebbe costretta a fermarmi ben al di sotto di quota 700.
Però qualche foto posso già condividerla (senza contare quelle che pubblicavo pressoché in tempo reale su Instagram): si tratta delle panoramiche scattate utilizzando la comodissima funzione dedicata del mio Samsung Galaxy S III Mini. Devo dire che alcune vengono persino meglio rispetto a quelle ottenute unendo le foto scattate con la fotocamera mediante il software PhotoStitch in dotazione: peccato solo che le dimensioni siano così ridotte... però cliccandoci sopra le puoi ingrandire un po' (e ne noterai anche meglio i difetti, sgrunt! :-/).
[EDIT] Il panorama qui sotto si può ammirare dal Vittoriano. La vista dalla Terrazza delle Quadrighe era ancora più mozzafiato, ma purtroppo le foto non sono venute altrettanto bene; comunque quelli per salire lassù con l'ascensore panoramico sono stati li sette euri mejo spesi de la vita mia! ;-)


Ed ecco quello che si vedeva dal terrazzo di Castel Sant'Angelo: un altro posto dal quale non sarei più voluta scendere! ;-) (Il terzo ed ultimo è stato la "Cuppola" di San Pietro)


Un colpo d'occhio forse un tantino innaturale ma d'effetto sul Tevere...


Un altro scatto bizzarro ma con un suo perché l'ho fatto due mesi fa a due dei trabocchi che si trovano lungo il molo nord del porto di Pescara.


E questo tripudio di candore mi ricorda la mia prima (e finora anche unica) ciaspolata, effettuata sulla Piana del Voltigno con il CAI di Pescara prima di Natale.


Nel realizzare la panoramica lo smartphone va spostato in senso orizzontale, sempre che non si desideri ottenere un risultato vagamente surreale, tipo questa veduta di Campo de' Fiori a Roma...


Un racconto più dettagliato del mio viaggio magari lo scriverò più avanti: prima, oltre alle foto, devo riordinare un po' le idee e metabolizzare l'enorme bellezza che ho avuto modo di ammirare... talmente grande che ieri, mentre mi trovavo sul bus che dalla stazione di Pescara mi riportava a casa, guardando fuori dal finestrino mi è venuta una tristezza...
Giusto qualche appunto sparso. Io che, durante il mio primo pomeriggio nella Città Eterna, attraverso Villa Borghese e vengo accolta dalla voce di un musicista di strada che intona Roma nun fa' la stupida stasera: da pelle d'oca! :-O Gli italiani che mi si rivolgevano in inglese, francese o tedesco, quasi mai in italiano: si vede che avevo l'aria troppo spaesata per sembrare una connazionale... ;-) Le camminate lunghissime, ma evidentemente non abbastanza da consentirmi di smaltire i lauti pasti romani (potrei scrivere svariate recensioni su "Trippadvisor", copyright Isola Virtuale): la mia bilancia segna un peso senza precedenti, inammissibile, per cui... da ieri sono ufficialmente a dieta, sigh! :-/

Nessun commento:

Posta un commento