Loading

lunedì 16 dicembre 2013

Una cometa per Natale

Come spiegato da Amedeo Balbi, è per "colpa" di Giotto e della sua Adorazione dei Magi che ancor oggi «dici cometa e pensi al Natale». Salutata la cometa ISON, di cui ho parlato qui e che purtroppo è uscita a dir poco malconcia dal suo incontro ravvicinato con il Sole, oggi tocca alla cometa Lovejoy. No, essa non prende il nome dal reverendo de I Simpson... ;-) bensì dall'astronomo australiano Terry Lovejoy. A quest'ultimo oltre a un asteroide sono state intitolate svariate comete, almeno un paio delle quali risultano particolarmente degne di nota. La prima, la C/2011 W3 (Lovejoy), è una cometa non periodica appartenente alla famiglia delle comete radenti di Kreutz, è stata scoperta il 27 novembre 2011 ed è sopravvissuta al passaggio al perielio avvenuto il 16 dicembre 2011. Adesso invece è il momento della cometa non periodica (ma non radente) C/2013 R1 (Lovejoy): essa è stata scoperta il 7 settembre 2013, è visibile ad occhio nudo dal 1° novembre, è passata alla minima distanza dalla Terra il 19 novembre e raggiungerà il perielio il 22 dicembre prossimo... giusto in tempo per Natale! :-) Se vuoi provare ad osservarla, alcune informazioni utili potrai trovarle qui.
Qui di seguito riporto in ordine cronologico le foto della "famiglia Lovejoy" tratte dall'archivio di Astronomy Picture of the Day.
Due anni fa la "sorella maggiore"...
17 dicembre 2011: Comet Lovejoy: Sungrazing Survivor


28 dicembre 2011: Comet Lovejoy over Paranal


31 dicembre 2011: Comet Lovejoy and the ISS


11 gennaio 2012: Little Planet Lovejoy


... e quest'anno la "sorella minore"! :-)
9 novembre 2013: Comet Lovejoy with M44


2 dicembre 2013: Comet Lovejoy Before Galaxy M63


4 dicembre 2013: Comet Lovejoy through Mörby Castle Ruins


9 dicembre 2013: Comet Lovejoy Over a Windmill

Nessun commento:

Posta un commento