Loading

lunedì 9 dicembre 2013

Quel motivetto che mi piace tanto...


Da quando, quasi tre anni fa, ho fatto il mio ingresso nel magico mondo degli smartphone, per trovare informazioni su un determinato brano non devo più fare esclusivo affidamento sul sito Midomi, dal momento che esistono delle ottime app per scoprire in men che non si dica titolo e interprete di (quasi) qualunque canzone incisa nel mondo. In questo post mi riferivo a Shazam... ma l'app che per quanto mi riguarda preferisco fin dal primo utilizzo è SoundHound, se ho ben capito derivata proprio da Midomi, a cui accennavo qui: non soltanto funziona straordinariamente bene nel riconoscere una canzone anche se la canticchi, la fischietti o la mormori, ma da un po' implementa pure la comodissima funzione LiveLyrics (vedi i testi che si muovono a tempo con la musica). Prevedo che il prossimo concerto a cui assisterò lo passerò col cellulare sempre in mano... ;-)
Proprio grazie a SoundHound l'altra sera ho scoperto un brano che non conoscevo: Alfonso della giovane cantautrice Levante, al secolo Claudia Lagona. A quanto pare è stato uno dei tormentoni della scorsa estate, e soltanto io potevo scoprirlo alle soglie dell'inverno... Tutta colpa di chi ha ucciso il Festivalbar! :-/ È un brano piuttosto originale, con un ritornello talmente orecchiabile da essere pericoloso: metti che mi venga da canticchiarlo nel momento meno opportuno?! Del resto chi, in un momento di particolare sconforto, non ha mai desiderato nemmeno una volta di sbottare in un liberatorio «Che vita di meeeee[CENSORED]»? ;-) E comunque mi sono rivista nel testo nella sua interezza, riassunto qui: «Immaginate una festa, dove tutti si divertono in maniera grottesca e voi, nonostante il drink in mano e le scarpe adatte, vi sentite terribilmente a disagio e non riuscite neanche a fingere come si deve». Eh, sapessi quante volte mi sono sentita esattamente così...

Nessun commento:

Posta un commento