Loading

domenica 18 dicembre 2016

Quanti anni ha il tuo corpo?

Per il post di oggi prendo spunto dal video qui sotto, dal titolo Your Body's Real Age (La vera età del tuo corpo), pubblicato nel canale YouTube Skunk Bear.


Ed ecco la traduzione di quello che viene detto...
Ciao, sono Adam Cole. Questa settimana abbiamo una domanda da Lulu Miller, responsabile del podcast Invisibilia di NPR: «Quanti anni ha il nostro corpo in realtà? Perché se pensiamo a come ci rigeneriamo costantemente, a come la nostra materia fisica cambia e si ricostituisce... cosa rimane davvero?».
Ottima domanda, Lulu!
Beh, ovviamente i capelli non rimangono gli stessi, e non sto parlando solo dell'acconciatura: ogni capello sulla tua testa viene rimpiazzato ogni 2-7 anni. Un centinaio di capelli cade ogni giorno, e al loro posto ricrescono quelli nuovi. E guardati le unghie: sono completamente nuove ogni sei mesi o giù di lì. Si dà il caso che sia solo una questione di tempo prima che quasi ogni parte del tuo corpo si rigeneri in modo simile.
Il rivestimento dello stomaco e dell'intestino diventa abbastanza malandato: è costantemente esposto ad acidi e bile, e così quelle cellule vengono sostituite ogni pochi giorni. Ogni poche settimane lo strato esterno della pelle viene completamente rinnovato. Ogni quattro mesi hai un nuovo esercito di globuli rossi. Cento milioni di nuove cellule nascono ogni minuto, e cento milioni di vecchie cellule vengono distrutte. In effetti sono i prodotti di degradazione di questi globuli rossi a rendere gialli i lividi e l'urina. Ogni 10 anni hai un nuovo scheletro: una squadra speciale di cellule demolisce l'osso vecchio, e un'altra costruisce nuovo tessuto osseo. Ogni 15 anni i muscoli vengono ripristinati. Potresti pensare che quando prendi e perdi peso lo fai perché acquisti e perdi cellule di grasso, ma in realtà esse non fanno altro che divenire più grandi e più piccole.
Nell'arco di 25 anni, insomma, la maggior parte del nostro corpo cambia. Ma ci sono alcune cose che rimangono per tutta la vita.
Circa metà del tuo cuore rimane con te dalla nascita alla morte, perché quelle cellule vengono sostituite molto lentamente. Certe parti del cervello aggiungono nuovi neuroni nel corso della vita, ma la stragrande maggioranza dei tuoi neuroni si è sviluppata prima che tu nascessi. Sono le connessioni fra tali neuroni – i circuiti che immagazzinano i ricordi – ad essere in continua evoluzione. E c'è un'altra parte di te che dura per tutta la vita. Mesi prima che tu nascessi, un piccolo gruppo di cellule si è allungato e si è riempito di proteine trasparenti. Man mano che ti sei sviluppato, anche dopo la nascita, si sono aggiunte sempre più fibre, ma quel centro ha persistito. Questo è il tuo cristallino, la finestra attraverso la quale stai guardando il video in questo momento, e il suo nucleo è rimasto lo stesso fin dal momento in cui hai aperto gli occhi per la prima volta.
Quindi, quanti anni ha il tuo corpo in realtà? Una parte di esso è nuova di zecca, e un'altra parte è vecchia quanto te.
Per informazioni su come gli scienziati hanno compreso tutto questo, leggi il nostro post su skunkbear.tumblr.com.
Ed ecco anche la traduzione del post in questione...
Come facciamo a sapere l'età di diversi tipi di tessuti/cellule?... che le ossa si rinnovano ogni 10 anni, che i muscoli si rinnovano ogni 15 anni, che la maggior parte dei neuroni non viene mai sostituita...
Possiamo farlo grazie alle bombe nucleari!
I test nucleari avvenuti fra il 1945 e il 1963 hanno riempito l'atmosfera di atomi di carbonio-14 radioattivi.
Quegli atomi sono stati lentamente assorbiti dagli alberi e dall'oceano. Ecco un grafico del carbonio-14 nel tempo.
Quando nasce una cellula, i livelli di C14 nel suo DNA corrispondono ai livelli di C14 nell'atmosfera in quell'anno, come una capsula del tempo.
Quindi, se prendiamo un campione di... diciamo... muscolo, e misuriamo i suoi livelli di carbonio-14
siamo in grado di sapere quando sono nate quelle cellule e quanti anni hanno.
Il livello di carbonio-14 nell'atmosfera sarà presto indistinguibile dai livelli anteriori al 1940, quindi questo metodo non funzionerà ancora per molto tempo.
Ma tu guarda! Che il carbonio-14 servisse ad effettuare la datazione dei fossili l'ho imparato a scuola, ma finora non avevo idea che c'entrassero le bombe nucleari...

Nessun commento:

Posta un commento