Loading

giovedì 1 dicembre 2016

Come ricaricare correttamente il tuo smartphone

Oggi l'ineccepibile Timehop mi rammenta che esattamente un anno fa ho dedicato un post ad alcuni trucchi per usare al meglio il cellulare... quindi colgo l'occasione per occuparmi per l'ennesima volta del problema più assillante per chi possiede uno smartphone: la ridotta autonomia della batteria. Questa volta prendo spunto dall'articolo You've Been Charging Your Smartphone Wrong (Hai sbagliato a ricaricare il tuo smartphone) pubblicato su Curiosity Makes You Smarter, un sito dal nome che è tutto un programma! :-)

Hai mai sentito dire che il modo giusto di trattare il tuo smartphone è quello di scaricare completamente la batteria prima di ricaricarla per ore durante la notte? Sbagliato. Ci sono molte convinzioni errate sulla ricarica degli smartphone che possono effettivamente danneggiare il tuo telefono, proprio come quella leggenda. Il modo migliore per ricaricare il telefono è quello di ricaricarlo di frequente per brevi periodi di tempo. Di fatto, più si scarica completamente un cellulare, più velocemente la batteria "morirà". Lasciare il telefono collegato quando è completamente carico lo pone in uno stato di stress elevato, che ne logora i meccanismi interni. Scollegare il telefono dal caricabatterie dopo che è completamente carico è come rilassarsi dopo un allenamento estenuante. Ed è meglio non caricarlo proprio fino al 100%. Un'alta tensione affatica la batteria.
Nell'articolo è incluso un video dal titolo How To Properly Charge Your Smartphone (Come ricaricare correttamente il tuo smartphone), della serie Monday Tech Tips pubblicata nel canale YouTube The Nerd Herd.


Ed ecco cosa dice...
Il 90% delle volte che ti lamenti del tuo telefono è perché la sua batteria non dura abbastanza: riesci a malapena a farlo arrivare al pomeriggio, e di usarlo per giocare non pensarci nemmeno.
Quindi che cosa puoi fare? Beh, per prima cosa devi iscriverti al nostro canale, il che ti sarà senz'altro di aiuto. In secondo luogo, devi imparare a ricaricarlo.
La maggior parte di noi, me compreso per un lungo periodo di tempo, ha l'abitudine di far scaricare completamente le batterie dei dispositivi per poi lasciarle a ricaricarle per ore durante la notte.
Indovina un po': questo è esattamente ciò che non si dovrebbe fare.
Le batterie al litio, come quelle che si trovano in ogni smartphone moderno, non sono pensate per una scarica completa e una successiva ricarica completa, e tale procedura in effetti le danneggia. Invece faresti molto meglio ad effettuare ricariche brevi e frequenti.
Secondo gli esperti il punto giusto è una via di mezzo tra il 50 e l'80 per cento, per cui attieniti a tale intervallo quando puoi. Inoltre le batterie al litio hanno una durata di vita basata sui cicli di ricarica, quindi più le scarichi completamente, più rapidamente "moriranno".
Tuttavia vi è un'eccezione a questa regola: scaricare completamente la batteria una volta al mese sembra effettivamente utile per "calibrarla", ma più di questo non è assolutamente consigliato.
Un'altra cosa da tenere a mente è quella di usare sempre caricabatterie adatti: non utilizzare un caricabatterie enorme per una batteria minuscola, perché è probabile che la batteria si surriscaldi, e il calore è il peggior nemico della sua durata. Più riesci a tenere al fresco le tue batterie, più a lungo esse dureranno.
Per quanto la ricarica senza fili sia comodissima, l'energia dissipata nel trasferimento finirà tutta sulla batteria, peggiorando le sue condizioni: ricaricare il telefono o il tablet in modalità senza fili una volta ogni tanto non fa male, ma noi consigliamo di non farlo sempre.
Un altro aspetto che viene spesso sottovalutato è quello di tenere pulite le porte: cavi e porte polverosi spesso danno luogo a ricariche più lente, se non al telefono che non si ricarica affatto. Fai le pulizie di primavera e tieni la polvere lontana dal tuo telefono.
Infine, un ultimo suggerimento che vorremmo darti è quello di utilizzare sempre materiale di qualità: magari puoi risparmiare qualche soldo acquistando caricabatterie e cavi non ufficiali, ma questo potrebbe comportare una diminuzione della durata della batteria, tempi di ricarica più lunghi, e anche incidenti spiacevoli come telefoni che prendono fuoco. Non è questo che vuoi, vero?
Come nota conclusiva, è importante sottolineare che tutti questi suggerimenti sono mirati a un aumento della durata a lungo termine, piuttosto che a un notevole miglioramento nell'immediato: vale la pena di dire però che, se disponi di una batteria non rimovibile come quella degli iPhone, tenere a mente questi consigli potrebbe essere più utile di quanto sembri.

Nessun commento:

Posta un commento