Loading

domenica 3 aprile 2016

Lo scherzo è bello quando dura poco

Meno male che ce lo siamo lasciato alle spalle, questo primo di aprile. Da qualche parte, purtroppo non riesco a rintracciare la fonte originaria, ho letto qualcosa del tipo «Il 1° aprile è il giorno in cui devi dubitare di tutto quello che leggi su internet... praticamente un giorno come un altro!». Sì, perché il meme qua sotto, pubblicato sulla pagina del CICAP...


... è ironico, non certo veritiero!
In questo post segnalo alcuni dei pesci d'aprile che a me, che gli scherzi non li apprezzo granché, sono sembrati meglio riusciti.
La parte del leone l'ha fatta come sempre Google, con i suoi occhiali Google Cardboard Plastic studiati per immergersi nella "realtà reale"...



(peccato che i "veri" Google Glass siano ancora in alto mare)
... e l'equivalente eco-sostenibile della Google Car, ovvero la bici che si guida da sola (e io ero già lì che mi chiedevo: come farà a mantenersi in equilibrio?)...



... c'è poi la Lexus V-LCRO – per caso ti ricorda qualcosa, questa sigla? ;-) – un'auto talmente potente che non basta la cintura di sicurezza per rimanere incollati al sedile: ci vuole ben altro! ;-)



Poco tempo dopo aver spiegato come si stappa una bottiglia di vino usando una chiave – che, se il tappo non è di sughero, ci può anche stare – Dave Hax insegna ad aprire bottiglie di ogni tipo con un cetriolo (cucumber, che è un falso amico).



Ed ecco qua sotto lo scherzetto architettato da Zach King, il mago dell'editing video.



Sensazionale: il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg avrebbe disegnato per il marchio H&M una linea di abbigliamento chiaramente ispirata al suo armadio! :-)
Davvero interessante la biografia condivisa l'altroieri sulla pagina di Italia Unita per la Scienza: quella del militare Charles De Fault, ricordato «per l'invenzione rivoluzionaria del concetto di configurazione standard, che viene dapprima applicato alla disposizione delle vettovaglie e degli alloggi all'interno delle trincee, quindi agli apparecchi radio ed infine ai computer. E proprio nell'informatica il suo nome oggi sopravvive nel più famoso termine inglesizzato "configurazione di default"». :-D


Ti propongo la locandina di un corso che ogni vero abbruzzese dovrebbe frequentare... ;-)


In conclusione ci sta bene un tocco di serietà: lo inserisco condividendo il link a un post nel quale Massimo Polidoro tenta di illustrare le origini della tradizione del pesce d'aprile e poi elenca quelle che, secondo lui, sono dieci tra le burle meglio riuscite di tutti i tempi (dopodiché pure lui ha suggerito uno scherzo che la sottoscritta trova alquanto macabro).

1 commento:

  1. Però al corso gratuito di addetto al rifornimento e alla gestione della fornacella ci avrei fatto un pensierino;)

    RispondiElimina