Loading

venerdì 24 ottobre 2014

Nessun nonno è troppo lontano

Che grande invenzione, Skype e la relativa app: soprattutto negli ultimi tempi, mi sono pressoché indispensabili per fare chiamate vocali con lo smartphone senza intaccare i quattrocento minuti di telefonate al mese concessimi dal signor Wind, e persino videochiamate. Pur non potendo considerarmi una "nativa digitale", mi ritengo abbastanza aggiornata sulle nuove tecnologie... però a chi è meno evoluto ma potrebbe trarre lo stesso un gran piacere/vantaggio dal (ri)entrare in contatto con parenti e amici lontani, chi ci pensa?!
Giorni fa, seguendo il blog di Giovanna Cosenza, sono venuta a conoscenza dell'iniziativa Ti connetto i nonni, che il suo protagonista presenta così: «Ciao sono Marco e la mia missione è riavvicinare nonni e nipoti grazie alle nuove tecnologie. Prendiamo Skype, per esempio. Io posso insegnare ai tuoi nonni come si usa, anche se non impareranno mai come si pronuncia. E non importa quante volte dovrò spiegare le stesse cose. Sono pronto ad immolarmi in cambio di un sorriso. O di una fetta di torta. Perché faccio tutto questo? Perché ho visto la gioia di mia nonna quando l'ho aiutata a connettersi con suo figlio e ho deciso di aiutare anche altre nonne. Da allora, cerco di riavvicinarle ai nipoti lontani».
Della webserie ideata dall'agenzia di comunicazione Plural con la produzione esecutiva di Oh!Pen è già uscito il teaser, che puoi vedere qui sotto.



Nella storia che c'è dietro chiunque di noi può riconoscere in qualche misura almeno qualcuna delle persone più o meno anziane che fanno parte della nostra vita: «Mia nonna ha 90 anni e cucina ancora delle ottime polpette, mio zio si è trasferito all'estero e da allora non si vedono più tanto spesso. Un giorno ho deciso di aiutarli a connettersi. Se anche tu vivi lontano dai tuoi nonni, scrivimi e proverò ad aiutarti». Come scrive Giovanna Cosenza, «Sarebbe bello che si diffondesse a macchia d’olio, che diventasse una moda, qualcosa di cui ogni giovane, ispirandosi alla serie, si prendesse cura in prima persona». In caso contrario, puoi scrivere a Marco: «Vuoi connetterti con i tuoi nonni? Raccontami la tua storia e spiegami perché ti serve il mio aiuto. Se vuoi, mandami una foto insieme a loro. Io sceglierò chi ha più bisogno di me e partirò in missione».
Ti connetto i nonni è anche su Facebook, Twitter e Instagram. :-)

Nessun commento:

Posta un commento