Loading

mercoledì 19 novembre 2014

Sull'omofobia

Dopo qualche giorno di assenza dal blog, comincio a smaltire un po' di post arretrati, che comunque sono stata ben contenta di accumulare... ;-)
Stasera mi limito a condividere un paio di spunti trovati su Facebook che si ricollegano a una notizia piuttosto sgradevole – quella della richiesta, indirizzata dalla Curia agli insegnanti di religione della Diocesi ambrosiana, per avere la segnalazione dei colleghi e dei progetti che nella loro scuola trattano con gli alunni temi legati all'omosessualità e all’identità di genere – letta prima di partire per la mia ahimè troppo breve vacanza. :-/
Cominciamo con un'immagine pubblicata sulla pagina Facebook dell'organizzazione Our Time.


«Se i gay verranno accettati, allora più persone decideranno di essere gay... Come no, perché dopo che i neri hanno ottenuto dei diritti, tutti i bianchi hanno finito per decidere di essere neri» (parola del conduttore televisivo, attore e comico statunitense Jon Stewart). Qualcuno potrà obiettare che non è esattamente la stessa identica cosa... io invece trovo che renda alla perfezione l'idea.
Infine, ecco una vignetta condivisa sulla pagina La vera malattia è l'omofobia e corredata del commento «Un piccolo riassunto della nostra società».


Insomma, ai nostri bambini è concesso di guardare ammazzamenti, nudità e consumismi vari alla televisione... ma non sia mai che ai loro occhietti ingenui si presenti una coppia di persone dello stesso sesso che si scambiano effusioni! :-/

Nessun commento:

Posta un commento