Loading

domenica 9 novembre 2014

Basta muri!

Oggi ricorre il venticinquesimo anniversario della caduta, dopo quasi tre decenni, del muro di Berlino, simbolo della cortina di ferro; nei pressi di tale frontiera morirono o furono uccise almeno 136 persone, la maggior parte di loro mentre tentavano di scappare. All'epoca ero già abbastanza grande per capire che si trattava di un evento epocale: la fine della guerra fredda era vicina. Ecco l'abbraccio tra berlinesi dell'Est e dell'Ovest dopo l'annuncio dell'apertura del confine tedesco orientale.


Per celebrare la ricorrenza, i fotografi della Reuters hanno immortalato frammenti di muro che sono conservati come monumenti in molti Paesi del mondo, da Taiwan al Sudafrica; se ne vedono anche nel video che costituisce l'odierno Google Doodle. Ad esempio un pezzo del muro di Berlino è in mostra dal 1990 presso la Ronald Reagan Presidential Library a Simi Valley, in California.


Purtroppo, a 25 anni da quel fatidico 9 novembre 2009, in tutto il mondo ci sono ancora barriere controverse e pericolose, anch'esse immortalate dai fotografi della Reuters, le quali continuano a dividere comunità e paesi: dal recinto di filo spinato che divide la Corea del Sud da quella del Nord – qui sotto, decorato con nastri recanti messaggi che chiedono l'unificazione delle due Coree – alla recinzione attorno all'enclave spagnola di Melilla e al Muro della Pace di Belfast. C'è da augurarsi che il recente monito di papa Francesco contro le divisioni tra gli uomini trovi riscontro in ogni senso...

Nessun commento:

Posta un commento