Loading

domenica 2 novembre 2014

Camminando per New York

Grazie al mio fantastico superpotere dell'invisibilità, non sono il tipo di donna alla quale capita spesso – diciamo quasi mai – di subire tentativi di approccio mentre cammino per la strada. Anche per questo mi ha impressionata parecchio il video, registrato con una videocamera nascosta, che riassume la passeggiata in giro per New York da parte della giovane Shoshana B. Roberts, carina sì, ma tutt'altro che provocante sia per l'abbigliamento (jeans e maglietta girocollo) sia per l'atteggiamento (dimesso e silenzioso). L'esito dell'esperimento?
Oltre 100 casi di molestie verbali per strada hanno avuto luogo nell'arco di dieci ore, coinvolgendo persone di tutte le provenienze. Questo non include le innumerevoli strizzatine d'occhio, fischi, ecc.
Se vuoi dare il tuo aiuto, sei pregato di fare una donazione a Hollaback!, un'organizzazione non-profit dedicata a porre fine alle molestie per strada.
Su Facebook hanno detto la loro al riguardo Michela e Daniela, mentre dalle pagine del suo blog Marta invita a compilare un sondaggio internazionale sulle molestie in strada creato con l'aiuto della professoressa Beth Livingston della Cornell University.
Funny Or Die News ha pensato bene di replicare l'esperimento mandando in giro per New York, al posto della ragazza, un giovane bianco altrettanto discreto. Per quanto si tratti di una parodia e tutto risulti a dir poco costruito, c'è comunque di che riflettere. La conclusione in questo caso è...
Oltre 100 casi di omaggi verbali per strada hanno avuto luogo nell'arco di 10 ore.
Questo non include gli innumerevoli Bud Light Limes, gesti di rispetto e prestiti alle piccole imprese che sono stati offerti.
Se vuoi dare il tuo aiuto, sei pregato di non fare nulla. Lascia il patriarcato al suo posto.

Nessun commento:

Posta un commento