Loading

giovedì 22 gennaio 2015

Capita anche a me...

Per quanto la sottoscritta si impegni con un certo scrupolo a osservare le più elementari regole di sicurezza informatica, può capitare "persino" a me di beccarmi – ancora non mi capacito di come sia potuto accadere, maledizione!!! :-O – qualche malware; un adware, per la precisione. I sintomi si sono manifestati a partire dal 5 gennaio scorso, quando, a ogni riavvio del pc, ha iniziato a comparire un irritante messaggio di errore: «Impossibile trovare il file "C:\Program Files\Search Extensions\Client.exe". Verificare che il nome del file sia corretto, quindi riprovare». Che noia, che barba dover cliccare ogni volta su OK per andare avanti... Come eliminare questa seccatura una volta per tutte? È stato il mio amore a condurmi alla soluzione, semplicemente suggerendomi di googlare C:\Program Files\Search Extensions\Client.exe. Il primissimo risultato era il video qui sotto...


... del quale riporto brevemente il contenuto tradotto – tanto più che come screencast non mi pare mica un granché ;-) – a beneficio di chi dovesse approdare a questo post sull'onda di Google et similia in cerca di dritte per venire a capo di un inconveniente analogo. :-) Allora, è piuttosto facile: non devi far altro che aprire Esplora risorse o Risorse del computer che dir si voglia, aprire la cartella C:\Windows\System32\Tasks, trovare e cancellare tutti i file aventi nel nome la parola Rocket (nel mio caso RocketTab e RocketTab Update Task, la cui data di ultima modifica corrispondeva appunto a quel fatidico 5 gennaio). Da questo momento in poi, riavviando il pc, non otterrai più quel fastidioso messaggio d'errore. La semplicissima procedura appena descritta rimuove in men che non si dica il "sintomo" molesto... ma qui ho appena trovato indicazioni che mi sembrano utili per una "cura" più rigorosa della "malattia".
Insomma, vorrà dire che in futuro dovrò essere ancora più cauta nelle mie abitudini di navigazione, dannati cracker (ovviamente non mi riferisco a quelli buoni da mangiare, ma a quelli che più indigesti non si può)... e comunque nella mia to-do list mi tocca inserire con priorità abbastanza elevata le "pulizie di primavera anticipate" del mio sistema, che mi sembrava un tantino appesantito già da un po'. Stay tuned, ché se riterrò che ne valga la pena ti farò il resoconto delle operazioni di "manutenzione" effettuate! :-)

Nessun commento:

Posta un commento