Loading

venerdì 12 maggio 2017

Potenza del gallio

Quest'oggi torno ad occuparmi del gallio, il metallo che come spiegai a suo tempo viene usato da qualche anno nei moderni termometri a liquido al posto del ben più tossico mercurio, prendendo spunto da un video che mostra l'affascinante comportamento di questo elemento chimico in certe condizioni, linkato in un post della pagina Facebook Curiosità Scientifiche.


Ed ecco la traduzione del testo che compare nel video.
Il mercurio (Hg) è l'unico metallo liquido a temperatura ambiente, ma poiché esso è tossico, al suo posto vengono spesso utilizzate delle leghe di gallio (Ga).
Vediamo cosa accade quando a un pezzo di gallio (che fonde alla temperatura di 29,8°C) viene aggiunto dell'acido solforico caldo.
  • La tensione superficiale porta le palline di gallio a riunirsi.
  • Il gallio combatte strenuamente con i malvagi cristalli di bicromato di potassio (K2Cr2O7).
  • Uno strato insolubile di sali di gallio cambia la tensione interfacciale, facendo tremolare la goccia.
Il gallio è in soluzione con acido solforico (H2SO4) con l'aggiunta di perossido di idrogeno (H2O2) e avviene il riscaldamento.
I metalli solidi gallio, indio (In) e stagno (Sn) formano una lega, chiamata galinstan, che è anch'essa liquida a temperatura ambiente (Tfusione = –19°C) e viene usata nei termometri.
Infine, prepariamo uno specchio. Il galinstan dissolve l'alluminio. Ora l'alluminio si scioglie in acqua. La lega di alluminio e gallio reagisce con l'acqua, liberando idrogeno.
A proposito di chimica... il video qua sotto, che mostra alcune reazioni chimiche stupefacenti a vedersi, costituisce l'ideale appendice di questo post che pubblicai tempo fa.

Nessun commento:

Posta un commento