Loading

domenica 28 maggio 2017

Fantascienza? No, è già realtà!

Negli ultimi diciamo cento anni la scienza medica ha compiuto passi da gigante, a tal punto da migliorare enormemente la qualità e l'aspettativa di vita delle persone... ma mai come in questo periodo la validità di certi risultati fondamentali viene messa in discussione: pensiamo alle insensate campagne antivacciniste che hanno riportato in auge malattie potenzialmente letali che si ritenevano debellate o quasi, e alle pratiche di pseudo-medicina come l'omeopatia che, se si sceglie di seguirle a scapito di terapie mediche di comprovata efficacia, possono condurre a conseguenze drammatiche. In questo post voglio presentare alcuni spunti che ho raccolto nel corso del tempo e che mostrano alcuni sorprendenti traguardi raggiunti in questo campo.
  • La tecnologia di stampa 3D, sempre più presente nella vita di tutti i giorni, non solo permette di realizzare protesi a basso costo e anche piacevoli a vedersi, ma può aiutare addirittura i chirurghi a pianificare i loro interventi fornendo un modello stampato in tre dimensioni dell'anatomia del paziente.
  • Quest'altro video spiega come il giovane Erik, rimasto paralizzato dal collo in giù a causa di un colpo di pistola, possa muovere un braccio robotico semplicemente... col pensiero.
  • Infine – e questo non ha strettamente a che fare con i progressi della medicina, ma non è meno importante dal punto di vista della qualità della vita – è normale che per i bambini, rispetto agli adulti, sia più problematico accettare una condizione di disabilità. Per aiutarli sono state ad esempio studiate protesi acustiche decorate in modo accattivante e braccia artificiali fatte coi LEGO.

Nessun commento:

Posta un commento