Loading

venerdì 19 maggio 2017

Non ci sono più i tormentoni di una volta

Era l'estate del 1997, e la sottoscritta quasi consumò la musicassetta della compilation Festivalbar Latino a furia di ascoltarla. Fra le tracce incluse ricordo successi come El talismán di Rosana, The Rhythm Is Magic di Marie-Claire D'Ubaldo e soprattutto María, il brano che lanciò nel nostro Paese il cantante portoricano Ricky Martin. Con quel fascino latino e quel modo irresistibile di muoversi e di ballare, è stato a lungo l'uomo dei sogni di tante fanciulle come me... finché anni dopo il suo coming out non ha demolito le nostre ingenue illusioni. ;-)
A vent'anni di distanza, di portoricani in vetta alle classifiche discografiche non ce n'è uno solo ma due, il cantante Luis Fonsi e il rapper Daddy Yankee, i quali a gennaio scorso hanno pubblicato il singolo Despacito. Per citare un tweet, Despacito è «il primo tormentone dell'estate che ha già rotto il c***o in primavera». ;-) E che comunque ha già dato vita a innumerevoli parodie e "omaggi". Oltre alla parodia del Vava pubblicata il mese scorso, segnalo gli ultimi due video nei quali mi sono imbattuta: la parodia del comico Dado e il video nel quale i The Jackal mostrano gli effetti di questo tormentone sulla gente. Quando dall'autoradio iniziano a uscire le "dolenti note", sulle prime i tre occupanti dell'auto ne dicono peste e corna... finché non finiscono per cedere alla tentazione di cantare a squarciagola ballando scompostamente. Io invece resisto: non mi avrai mai, Despacito! ;-)
Se non conosci una parola di spagnolo e ti stai chiedendo quale sia l'argomento di questa canzone, sappi che a parlare in prima persona è un giovanotto impegnato in un audace approccio con una ragazza bella e sensuale: quanta originalità, nevvero? ;-) Eccoti qui di seguito il testo...
Ay... Fonsi! DY!
Oh oh... Oh no, oh no... Oh yeah... Dididiri Daddy
Sí, sabes que ya llevo un rato mirándote
Tengo que bailar contigo hoy (DY)
Ví que tu mirada ya estaba llamándome
Muéstrame el camino que yo voy (oh)
Tú, tú eres el imán y yo soy el metal
Me voy acercando y voy armando el plan
Solo con pensarlo se acelera el pulso (oh yeah)
Ya, ya me está gustando más de lo normal
Todos mis sentidos van pidiendo más
Esto hay que tomarlo sin ningún apuro
Despacito – quiero respirar tu cuello despacito
Deja que te diga cosas al oido
Para que te acuerdes si no estás conmigo
Despacito – quiero desnudarte a besos despacito
Firmo en las paredes de tu laberinto
Y hacer de tu cuerpo todo un manuscrito (sube sube...)
Quiero ver bailar tu pelo, quiero ser tu ritmo
Que le enseñes a mi boca
Tus lugares favoritos (favorito, favorito baby)
Déjame sobrepasar tus zonas de peligro
Hasta provocar tus gritos
Y que olvides tu apellido
Si te pido un beso ven dámelo
Yo sé que estás pensandolo
Llevo tiempo intentandolo
Mami esto es dando y dandolo
Sabes que tu corazón conmigo te hace bom bom
Sabes que esa beba está buscando de mi bom bom
Ven prueba de mi boca para ver como te sabe
Quiero quiero quiero ver cuanto amor a ti te cabe
Yo no tengo prisa yo me quiero dar el viaje
Empecemos lento, después salvaje
Pasito a pasito, suave suavecito
Nos vamos pegando, poquito a poquito
Cuando tú me besas con esa destreza
Veo que eres malicia con delicadeza
Pasito a pasito, suave suavecito
Nos vamos pegando, poquito a poquito
Y es que esa belleza es un rompecabeza
Pero pa montarlo aquí tengo la pieza
Despacito – quiero respirar tu cuello despacito
Deja que te diga cosas al oido
Para que te acuerdes si no estás conmigo
Despacito – quiero desnudarte a besos despacito
Firmo en las paredes de tu laberinto
Y hacer de tu cuerpo todo un manuscrito (sube sube...)
Quiero ver bailar tu pelo, quiero ser tu ritmo
Que le enseñes a mi boca
Tus lugares favoritos (favorito, favorito baby)
Déjame sobrepasar tus zonas de peligro
Hasta provocar tus gritos
Y que olvides tu apellido
Despacito – vamos a hacerlo en una playa en Puerto Rico
Hasta que las olas griten 'Ay Bendito'
Para que mi sello se quede contigo
Pasito a pasito, suave suavecito
Nos vamos pegando, poquito a poquito
Que le enseñes a mi boca
Tus lugares favoritos (favorito, favorito baby)
Pasito a pasito, suave suavecito
Nos vamos pegando, poquito a poquito
Hasta provocar tus gritos
Y que olvides tu apellido
Despacito
... e la relativa traduzione.
Ay... Fonsi! DY!
Oh oh... Oh no, oh no... Oh yeah... Dididiri Daddy
Sì, sai che è da un po' che ti osservo
Devo ballare con te oggi (DY)
Ho visto che il tuo sguardo mi stava chiamando
Mostrami la via e io verrò (oh)
Tu, tu sei il magnete ed io il metallo
Mi avvicino e preparo il mio programma
Solo al pensiero il mio battito accelera (oh yeah)
Già, già inizia a piacermi più del normale
Tutti i miei sensi stanno chiedendo di più
La cosa va presa senza alcuna fretta
Lentamente – voglio respirare il tuo collo lentamente
Lascia che ti dica delle cose nell'orecchio
Così ti ricorderai di me se non siamo insieme
Lentamente – voglio spogliarti lentamente a baci
Fermo tra le pareti del tuo labirinto
E fare del tuo corpo un intero manoscritto (alzati, alzati...)
Voglio vedere i tuoi capelli ballare, voglio essere il tuo ritmo
Voglio che insegni alla mia bocca
I tuoi posti preferiti (preferiti, preferiti baby)
Fammi oltrepassare le tue aree di pericolo
Fino a farti gridare
Ed a farti dimenticare il tuo nome
Se ti chiedo un bacio vieni, dammelo
So che stai pensando a quello
Era da un po' che ci provavo
Dolcezza, te lo sto dando
Sai che con me il tuo cuore fa boom boom
Sai che questa ragazza cerca da me il boom boom
Vieni a provare la mia bocca per vedere che sapore ha
Voglio vedere quanto amore ti occorre
Non ho fretta, mi voglio concedere il viaggio
Iniziamo lentamente e dopo andiamo sul selvaggio
Un passo alla volta, lento lentissimo
Ci abbassiamo, poco a poco
Quando mi baci con quella destrezza
Vedo che sei maliziosa con delicatezza
Un passo alla volta, lento lentissimo
Ci abbassiamo, poco a poco
Ed è che questa bellezza è come un puzzle
Però ho qui il pezzo per montarlo
Lentamente – voglio respirare il tuo collo lentamente
Lascia che ti dica delle cose nell'orecchio
Così ti ricorderai di me se non siamo insieme
Lentamente – voglio spogliarti lentamente a baci
Fermo tra le pareti del tuo labirinto
E fare del tuo corpo un intero manoscritto (alzati, alzati...)
Voglio vedere i tuoi capelli ballare, voglio essere il tuo ritmo
Voglio che insegni alla mia bocca
I tuoi posti preferiti (preferiti, preferiti baby)
Fammi oltrepassare le tue aree di pericolo
Fino a farti gridare
Ed a farti dimenticare il tuo nome
Lentamente – facciamolo su una spiaggia a Porto Rico
Finché le onde grideranno "ah che benedizione!"
Affinché il mio sigillo resti con te
Un passo alla volta, lento lentissimo
Ci abbassiamo, poco a poco
Voglio che insegni alla mia bocca
I tuoi posti preferiti (preferiti, preferiti baby)
Un passo alla volta, lento lentissimo
Ci abbassiamo, poco a poco
Fino a farti gridare
Ed a farti dimenticare il tuo nome
Lentamente
Dubito fortemente che questi versi entreranno mai nella storia della letteratura... ;-)
A proposito di tormentoni, sorvolando sulla clamorosa tamarraggine del nuovo singolo di J-AX & Fedez, è uscito proprio oggi Volare (nulla a che vedere con Nel blu dipinto di blu) di Fabio Rovazzi featuring nientepopodimenoché Gianni Morandi. Al primo ascolto mi sento di dire che i due pezzi precedenti dello youtuber di Lambrate – Andiamo a comandare e Tutto molto interessante – "spaccavano" di più. Anche se non ho specificato cosa... ;-)

Nessun commento:

Posta un commento