Loading

venerdì 18 dicembre 2015

Impossibile?

Per il terzo anno consecutivo – qui il video relativo allo scorso anno, e qui quello del 2013 – sul canale YouTube veproject1, associato al sito Visual Education Project, è stata pubblicata la selezione delle Top 10 Perpetual Motion Machines dell'anno. Come sarebbe a dire, moto perpetuo?! Non c'erano delle leggi fisiche che al momento mi sfugge come si chiamassero, ah ecco, i principi della termodinamica, a stabilirne l'impossibilità? Beh, intanto goditi il video...



... e poi magari prova a dare un'occhiata al sito Visual Education Project, e in particolare alla pagina dedicata al moto perpetuo, della quale riporto qui di seguito un'ampia traduzione corredata da qualche link. Poi se ti va se ne può anche discutere: trovo che sarebbe istruttivo per molti, specialmente per me che al riguardo adesso mi sento, diciamo, un tantinello confusa... :-)
Versione ufficiale
Il moto perpetuo, l'azione di un dispositivo che, una volta posto in movimento, andrebbe avanti nel suo stato di moto per sempre, senza bisogno di energia aggiuntiva per mantenerlo. Tali dispositivi sono impossibili per le ragioni indicate dal primo e dal secondo principio della termodinamica. Il moto perpetuo, anche se impossibile da produrre, ha affascinato sia gli inventori che il pubblico in generale per centinaia di anni. L'enorme fascino del moto perpetuo risiede nella promessa di una fonte di energia virtualmente gratuita e senza limiti. Il fatto che le macchine del moto perpetuo non possano funzionare perché violano i principi della termodinamica non ha scoraggiato gli inventori e gli imbonitori dal tentare di infrangere, aggirare o ignorare quei principi.
Fondamentalmente, ci sono tre tipi di dispositivi del moto perpetuo. Il primo tipo comprende quei dispositivi che si propongono di fornire più energia da un corpo che cade o ruota di quella che è necessaria per ripristinare tali dispositivi al loro stato originale. Il più comune di questi, e il più antico, è l'overbalanced wheel [ruota sbilanciata?, NdC]. (continua a leggere su Britannica.com)
Sembra che l'overbalanced wheel sia nata in India, nell'ottavo secolo d.C.. L'astronomo indiano Lalla descrisse una ruota auto-rotante azionata dal mercurio che si muoveva lungo i suoi raggi ricurvi. Una variante di questa idea è stata descritta dall'autore indiano Bhaskara (c. 1159). Era una ruota con dei contenitori di mercurio attorno al suo bordo. Quando la ruota girava, il mercurio avrebbe dovuto muoversi all'interno dei contenitori in modo tale che la ruota fosse sempre più pesante su un lato dell'asse.
Versione alternativa
Nissuna umana investigazione si pò dimandare vera scienzia s'essa non passa per le matematiche dimostrazioni.
Per molti anni i principi della termodinamica sono stati al servizio delle persone e non sono mai stati smentiti. Tuttavia, questi principi non sono stati dimostrati teoricamente. Essi sono il risultato di osservazioni. In altre parole, abbiamo fiducia nei principi della termodinamica perché la macchina del moto perpetuo non è stata inventata per oltre 300 anni. Ma questo non significa che non sia possibile...
Se potessimo imparare ad utilizzare il massimo livello di rumore della mente umana, potremmo dominare l'intero Universo!
Raymond F. Jones, Noise level
Sì, questo è il punto chiave: non sarebbe possibile inventare senza credere fortemente che sia possibile!

Nessun commento:

Posta un commento