Loading

venerdì 3 luglio 2015

Baciati dal successo

Un annetto fa ho elogiato sulle pagine di questo blog i ragazzi di The Jackal, che seguivo già da un po' sui loro due canali YouTube (il secondo, a dispetto del nome, non contiene affatto materiale di scarto, anzi)... e oggi mi fa piacere constatare che hanno "svoltato", facendosi conoscere sempre di più: prima la collaborazione con Announo di Giulia Innocenzi su LA7, e adesso Mash-Up!, una webserie a puntate ospitata su RAY, il portale della Rai dedicato ai giovani. Ma di cosa si tratta?
Se Game of Thrones incontrasse Un Posto al Sole? Se il cane Rex fosse protagonista di un poliziottesco anni ’70? E cosa succederebbe a Nonno Libero se iniziasse a produrre metanfetamine? Quando la TV non si prende sul serio, significa che stai guardando i The Jackal in Mash Up!
Ieri è uscita l'ultima puntata in ordine di tempo, intitolata Cannone Rai, con una guest star d'eccezione: l'attore Mario Porfito, partenopeo proprio come i The Jackal, nel ruolo del dirigente. Il video incentiva, ovviamente in tono leggero, a pagare il canone: tu non hai idea di cosa ti potrebbe succedere altrimenti! ;-)
Una prova abbastanza inequivocabile del fatto che qualcuno è "arrivato" ce l'hai quando diventa testimonial pubblicitario... e i nostri eroi non fanno eccezione: ecco qua Ciro Priello e Ruzzo Simone nel nuovo spot di un formaggio olandese!


Se devo essere sincera, quando un personaggio che apprezzavo vende la propria immagine ai pubblicitari, lì per lì mi viene naturale sentirmi in qualche modo tradita, anche se il buon senso suggerisce che io stessa difficilmente agirei in modo diverso se solo ne avessi l'opportunità. Comunque i The Jackal nelle vesti di "spacciatori" di cacio a fette mi han fatto meno impressione rispetto a quando ho visto per la prima volta Pif che prestava la sua credibilità agli spot di una compagnia telefonica. Dopo La mafia uccide solo d'estate, mi ero fatta di lui l'idea di una persona, come dire, integerrima e incorruttibile... ma alla fine la mia amarezza si è dissolta, quando ho letto che dietro la scelta di diventare testimonial si celano motivazioni più che degne da parte dell'interessato! :-)

Nessun commento:

Posta un commento