Loading

martedì 16 settembre 2014

Ecco dove NON sono andata in vacanza. Ma ci andrò, prima o poi... :-)

Non potendoti ancora "ammorbare" coi reportage fotografici della mia vacanzina in Val d'Orcia – vista la lentezza con cui tendo a sviluppare le foto da quando ho scoperto il magico mondo delle reflex digitali e di Lightroom, sono prevedibili tempi mooooolto lunghi... ;-) – ci tenevo a condividere quest'oggi una piccola esperienza che ho avuto in materia di turismo, o meglio di promozione turistica, e che mi ha favorevolmente colpita.
Avendo dovuto rimandare le ferie dall'ultima settimana di agosto alla seconda di settembre, in prossimità della fine di agosto non avevo ancora deciso dove andare in vacanza. Per varie ragioni, tra cui l'esigenza di "agganciarmi" quanto più possibile al weekend della Festa della Rete, avevo pensato al nord-est, e pertanto ho chiesto consigli al riguardo su FriendFeed nella stanzetta dedicata FriendFeed Planet, ricevendo un po' di risposte, l'ultima delle quali mi ha folgorata: «Delta del Po. Giri in bicicletta e i posti sono bellissimi. Poi da Rovigo a Rimini sono due ore scarse». Il tempo di una googlata veloce, e avevo già individuato alcuni siti dai quali attingere informazioni relative alla mia ipotetica meta: www.parcodeltapo.it, che reindirizza verso l'Emilia-Romagna e il Veneto, www.ferraraterraeacqua.it, la pagina dedicata sul portale Parks.it e soprattutto www.parcodeldelta.com, tramite il quale il 27 agosto scorso ho compilato e inviato il form di richiesta informazioni, dal momento che non ero sicura di riuscire a raccapezzarmi a dovere nel mare magnum delle risorse disponibili. Mi aspettavo tutt'al più di ricevere una risposta tramite e-mail, ma passavano i giorni e non arrivava nulla... e nel frattempo, per svariate ragioni che non sto qui ad elencare, mi sono indirizzata verso la Val d'Orcia, che era già la mia prima scelta prima di dover spostare le ferie.
Il 4 settembre, due giorni prima di partire, evidentemente in seguito all'invio del suddetto form, ho ricevuto per posta – ordinaria, non elettronica – un plico, per la cronaca del costo di 2,60 €, inviato dall'Ufficio Informazioni e Accoglienza Turistica di Ferrara e contenente una carta turistica della provincia di Ferrara, l'annuario delle strutture ricettive di Ferrara e provincia e due bike map che mi saranno senz'altro utilissime quando deciderò di andare in vacanza lì. Sì, perché di fronte a tanto zelo mi sento moralmente obbligata a mettere il delta del Po in cima all'ingente elenco dei posti che intendo visitare in Italia! :-) Per quanto riguarda il mondo intero, un elenco analogo sarebbe tanto lungo e soprattutto utopistico che non me la sento di stilarlo neppure a mente...
[Ringrazio Google Maps per lo screenshot, e siccome sono magnanima lo perdono per quell'accento di troppo... ;-)]

Nessun commento:

Posta un commento