Loading

martedì 20 novembre 2012

La dura vita della popstar

Correva l'anno 2002: uno dei tormentoni musicali che imperversarono nel corso di quell'estate fu Kiss Kiss, cover del brano turco Şımarık di Tarkan interpretata dalla cantante australiana Holly Valance. Non credo di esagerare se affermo che quel singolo ebbe successo più per il video ad elevato tasso sechisy, con inquadrature tali da lasciare ben poco spazio all'immaginazione, che per la sua qualità intrinseca. Passata l'onda di quella hit, avrei giurato che la giovanissima popstar fosse finita nella nutrita schiera delle meteore provenienti dal mondo dello spettacolo... finché sere fa non ho letto il suo nome nei titoli di coda di un film. Si trattava di Io vi troverò (Taken), che ho voluto vedere per giungere preparata alla visione del sequel Taken 2 – La vendetta, fino a pochi giorni fa nelle sale. [Per inciso, entrambe le pellicole mi sento di consigliarle a chi ama i film d'azione... e non è troppo esigente nei riguardi del realismo delle storie narrate! ;-)] Ebbene sì, Holly Valance ha detto addio al mondo della musica per mettersi, o meglio tornare, a fare l'attrice: debuttò infatti in una soap opera. In Taken l'ex cantante pop ricopriva un ruolo pressoché autobiografico, quello della popstar Sheerah. Riporto un paio di scambi di battute tra lei e il protagonista, l'ex agente della CIA Bryan Mills, impersonato da Liam Neeson.
Bryan: Mi scusi, signorina, non è il momento più adatto, ma ho una figlia che vorrebbe fare la cantante, e mi chiedevo se aveva un consiglio da darle.
Sheerah: Sì, ce l'ho. Le dica di scegliere un'altra carriera.
Trascorsi parecchi movimentati minuti...
Sheerah: Così sua figlia vuole fare la cantante.
Bryan: Sì, da quando aveva cinque anni.
Sheerah: Non è come tutti credono che sia. Quando l'incantesimo svanisce, restano tante camere d'albergo... tanti aeroporti...
Quest'ultima battuta potrebbe averla scritta Holly in persona. Infatti tempo fa la cantante dichiarò testualmente: «Ho perso un po’ di passione per la musica, mi piace molto scrivere e probabilmente continuerò a farlo sempre, ma non credo di voler essere sempre fuori tutto il tempo. È stato solo aeroporti e alberghi, e quando si perde la passione per qualcosa di simile, diventa davvero difficile, perché bisogna dare il 150% per tutto il tempo». Ciò spiega perché la ragazza abbia finito per riscoprire il suo primo amore artistico, la recitazione, lasciandosi alle spalle i successi discografici e gli stress annessi e connessi. Probabilmente è ancora presto per stabilire se dalla sua scelta di carriera il mondo del cinema abbia guadagnato più di quanto quello della musica ci abbia rimesso... ;-)
[L'immagine, la quale non è altro che un fotogramma di Taken, l'ho presa da HotFlick.net]

Nessun commento:

Posta un commento