Loading

domenica 4 novembre 2012

Come "raggirare" il Play Store

Fino a ieri avevo cercato invano di installare sul Galaxy Tab 2 le app ufficiali di Flickr, 2Spaghi e aNobii: il Google Play Store mi segnalava «Il tuo dispositivo non è compatibile con questa versione». Agevolo una testimonianza screenshottata...


Presumibilmente quelle app non supportano risoluzioni da tablet, mi è stato detto. Strano, perché l'app di Flickr renderebbe senz'altro meglio sullo schermo da 7 pollici del mio tablet (con sistema operativo Android 4.0.3, per la cronaca) che non sullo striminzito display da 3,2" del Wildfire (dotato di Android 2.2.1), sul quale invece l'ho sempre potuta installare senza problemi, come pure le altre due. [Il layout di FFHound! è palesemente non ottimizzato per i tablet, eppure quell'app lì sul Galaxy Tab ho potuto installarcela fin da subito]
Ho contattato gli sviluppatori via e-mail, come mi era stato suggerito di fare, ma senza esito. A questo punto ho provato a chiedere lumi su come poter aggirare questa (a mio avviso insensata) limitazione nel gruppo FriendFeed Quelli che... Tablet!... e degra mi ha fornito una valida soluzione, che prevede di utilizzare lo smartphone come "intermediario". Ho semplicemente installato sul Wildfire l'app My APKs, l'ho aperta, dopodiché ho selezionato dall'elenco delle app quella che mi interessava (Flickr, tanto per cominciare), nella lista Choose an action ho scelto share (apk) e poi Bluetooth nella lista Completa l'azione con. A questo punto è comparsa una finestra per chiedermi di attivare il Bluetooth, l'ho fatto... dopodiché mi sono ricordata che dovevo attivarlo anche sul tablet e rendere visibile il dispositivo per poter completare l'associazione tra i due.


Fatto ciò, il trasferimento del file .apk è stato questione di una manciata di secondi. Sono andata a selezionarlo nella cartella Bluetooth del tablet, ma... ohibò, «Il tablet è impostato per bloccare l'installazione di applicazioni non ottenute da Android Market»!


Siccome la provenienza dell'app era affidabile, ho deciso di fare uno strappo a questa saggia regola, e nella scheda Sicurezza delle Impostazioni ho messo il segno di spunta accanto a Sorgenti sconosciute - Consenti l'installazione delle applicazioni non provenienti da Market.


A questo punto ho riselezionato il file .apk e, dopo aver dato un'occhiata alle autorizzazioni richieste dall'app, ho cliccato su Installa: la procedura si è conclusa in men che non si dica. Ed ecco che sul tablet mi sono ritrovata l'app di Flickr perfettamente funzionante, alla faccia del Play Store! ;-)
Un procedimento analogo l'ho seguito per installare l'app di 2Spaghi: anche in questo caso, tutto ok.
Mi corre l'obbligo di segnalare che invece non sono riuscita ad installare l'app di aNobii, almeno per il momento: al termine della procedura mi è comparso l'avviso di «Applicazione non installata».


Comunque prometto che, quando (e se) troverò una soluzione, aggiornerò questo post... :-)

2 commenti:

  1. Beh, per il momento grazie. Questo è il consiglio più valido che ho trovato finora sul web, almeno non mi devo cimentare in root o manovre varie che invaliderebbero la garanzia. Grazie ancora.
    Roberto.

    RispondiElimina
  2. Ps: provato e funziona perfettamente, aggiungo solo una cosa per chi come me ha un tablet senza bluethoot , consiglio l'utilizzo dell'applicazione fast file transfer, è gratuita e ci permette di trasferire le applicazioni ancora più velocemente ( nel mio caso 20 mb in pochi secondi ) . Va installato nel dispositivo donatore.
    Grazie ancora.
    Roberto.

    RispondiElimina