Loading

sabato 17 maggio 2014

Look up from your phone, shut down that display. Stop watching this video, live life the real way

Negli ultimi giorni è stato messo in circolazione un video che fa riflettere sul ruolo assunto dai gadget tecnologici – in particolare gli smartphone – nelle nostre vite, e sul fatto che magari in qualche misura sarebbe auspicabile un ritorno al passato. Non lasciarti dissuadere dal titolo sgrammaticato: il video è piacevole e sottotitolato come si deve. Peccato che nella traduzione sia andata perduta la metrica in rima...


A pensarci bene l'invito conclusivo – quello a spegnere il cellulare per vivere la vita vera – risulta un tantino paradossale, visto il media da cui proviene... ma non per questo è indegno di essere preso in considerazione.
Un paio di mesi fa pure un colosso come Coca-Cola si era premurato di metterci in guardia nei confronti del rischio che i social media possano disconnetterci dal mondo reale; per venirci in aiuto ha lanciato il Social Media Guard, un dispositivo che costringe a distogliere gli occhi dallo smartphone per guardarsi attorno, e magari guardare in faccia le persone che abbiamo accanto. Come funziona? Guarda il video e lo scoprirai... ;-)


Quando si va in giro per locali pubblici, è sempre più diffusa l'usanza di andare in cerca di reti Wi-Fi disponibili alle quali potersi connettere. Come reazione a tale abitudine hanno fatto la loro comparsa nei Paesi anglosassoni cartelli simili a questo qui sotto...


... che dopo un po' sono approdati, debitamente tradotti, anche in Italia.


Trovo particolarmente inquietante l'effetto che le nuove tecnologie possono avere sulle nuove generazioni: il loro modo di trascorrere il tempo libero sta cambiando parecchio... e non in meglio, direi. Al riguardo segnalo una vignetta del fumettista cubano Ángel Boligán Corbo...


... e un'altra che avevo condiviso sul mio tumblr, ma della quale non riesco più a risalire alla fonte.


Ma pure io che sono ormai grandicella sono messa maluccio, persino peggio rispetto a un anno e mezzo fa, e dovrei disintossicarmi: ieri, quando ho visto su Facebook la foto seguente...


... mi sono chiesta: perché mai il volto di quel tizio è stato cerchiato?! Ho dovuto leggere i commenti per rendermi conto che era l'unico a guardarsi attorno, mentre tutti gli altri erano intenti a fissare il proprio telefono! Dottore, che dice, sono un caso disperato? ;-)
L'altro giorno una mia amica ha raccontato su Facebook che ultimamente si dimentica spesso il cellulare a casa e quando è a corto di batteria non viene più presa dal panico, ed ha concluso «Forse sto guarendo». Allora è vero... guarire si può, amici!!!!! :-D

P.S.: Trovo onesto precisare che l'idea di questo post l'ho concepita ieri nella sala d'attesa del mio medico. E ammazzare il tempo senza smartphone, beh, sarebbe stata dura... ;-)

Nessun commento:

Posta un commento