Loading

martedì 28 dicembre 2010

Effetto Jewels

La prima cosa da fare, quando si entra in possesso di uno smartphone con sistema operativo Android, è "svaligiare" l'Android Market... ;-) ed è proprio quello che io vado facendo da qualche giorno a questa parte! :-) Le app che ho scaricato ed installato finora sono tutte gratuite, a parte il client per FriendFeed FFHound! che mi è costato 1,59 €. A dire il vero in prima battuta avevo optato per YouFeed, ma un istante dopo un altro iscritto al gruppo Android(i) che aveva testato entrambe le app ha risposto a una mia domanda in proposito dichiarando di reputare FFHound! migliore, e così mi sono fidata ed ho installato quest'ultima app rimuovendo YouFeed senza che il relativo costo (2,99 $, pari a 2,28 € circa) venisse addebitato sulla mia carta Postepay: se si restituisce un'app entro quindici minuti dal download, infatti, si può ottenere il rimborso dell'intero costo sostenuto.
Prima o poi, quando le avrò provate tutte in modo abbastanza approfondito, credo che dedicherò un post alle app cosiddette "utili"... ma oggi voglio parlare un pochino del "dilettevole": siamo o non siamo nel periodo natalizio? ;-)
  • L'unico gioco vero e proprio che ho trovato preinstallato sul Wildfire è Teeter, una versione del classico labirinto lungo il quale si deve guidare la pallina senza farla cadere nei fori (tipo questo qua, insomma). Al primo impatto, se non si è abituati all'idea, c'è da rimanere stupefatti per come quest'app sfrutta le potenzialità dell'accelerometro. Il problema è che, salendo di livello, diventa sempre più arduo portare a termine il percorso, sembra quasi che ci sia una calamita ad attrarre la pallina verso i fori, e alla lunga la cosa si fa piuttosto esasperante... insomma, meglio passare ad altro, per tenere a bada l'impulso di scagliar via il prezioso congegno il più lontano possibile! ;-)
  • Mi hanno consigliato Angry Birds, che a quanto pare è uno dei giochi per smartphone di maggior successo, ma onestamente non si può dire che mi abbia conquistata. Stesso discorso per Abduction! e Toss It. In fin dei conti io, che con i numeri ho un ottimo rapporto, mi diverto di più a "giocare" a Math Workout... :-)
  • Poi ho voluto provare anche Bubble Popper. Un gioco analogo, Bubble Breaker, l'avevo trovato preinstallato sul palmare, ma non mi ci sono mai dedicata più di tanto, perché scoraggiata dal fatto di non poter contare su una valida strategia vincente; a suo tempo interpellai il forum di Telefonino.net per chiedere qualche dritta, ma nessuno si degnò di rispondermi (in compenso ho trovato un paio di pagine in lingua inglese sull'argomento). Il vantaggio della versione per Android è che, richiedendo di usare le dita anziché il pennino, regala una sensazione vagamente simile a quella che si prova quando si fanno scoppiare le bolle del materiale per imballaggio... una delle mie piccole manie! ;-)
  • Ho provato giusto un attimo Mahjong, versione per Android del noto gioco da tavolo, ma l'ho disinstallato quasi subito: lo schermo del Wildfire non è abbastanza ampio da offrire una visione d'insieme dell'intera area di gioco, e così bisogna scorrere il dito in continuazione per passare da un punto all'altro... troppo scomodo. Semmai ci giocherò sul netbook (Mahjongg fa parte dei giochi di GNOME) o sul notebook (Windows 7 mette a disposizione Mahjong Titans).
  • Poiché l'Android Market continuava a propormi Talking Tom Cat, per curiosità ho voluto installare la versione gratuita (ne esiste pure una a pagamento, che per 0,79 € offre alcune caratteristiche aggiuntive)... ma niente di che, così l'ho rimosso al volo, tanto più che lo smartphone ha cominciato ad avvertirmi che lo spazio di archiviazione del telefono era in via di esaurimento. Sarà il caso che io ponga in uso al più presto la scheda di memoria da 8 GB che ho comprato...
  • Il gioco che finora mi ha "presa" di più è Jewels, che in pratica è la versione Android di Biotronic da cui mi "disintossicai" a fatica l'anno scorso... ma chi me l'ha fatto fare a ricascarci!
Ok, cercherò di darmi una regolata, onde evitare di ripiombare nel famigerato effetto Tetris. Chiamasi così «un comune fenomeno psicologico per cui una attività che richiede un alto livello di attenzione può influire in modo incongruo sui processi di pensiero, le immagini mentali e i sogni di coloro che vi si dedicano per lungo tempo». Paura! :-O ... ma non tanto grande da impedirmi di giocare ogni tanto a Quadrapassel sul netbook o di installare Free Tetris, aka Falling Blocks, sul Wildfire. Deludente, quest'ultima app: non propone niente di più rispetto ai classici pulsanti per ruotare i tetramini, spostarli a destra o a sinistra e trascinarli in basso... mentre mi sarei aspettata qualcosa che impiegasse meglio le risorse del touchscreen.
Infine, sempre a proposito di giochi, colgo l'occasione per riportare una segnalazione che farà piacere ai nostalgici di 3D Pinball, il caro vecchio flipper di Windows XP: qualche mese fa Generazione Internet ha spiegato come fare ad installarlo (in realtà non si tratta di un'installazione vera e propria, ma basta decomprimere un file .zip) sotto Windows 7 o Vista... :-)

Nessun commento:

Posta un commento