Loading

mercoledì 28 giugno 2017

Ti sarebbe piaciuto vivere nel 1917?

Di recente mi sono imbattuta in una serie di vignette disegnate da Julia Lepetit e Jacob Andrews dal titolo Your Problems Now vs 100 Years Ago (I tuoi problemi adesso Vs 100 anni fa) che mettono a confronto la vita ai giorni nostri con quella di un secolo addietro. Anche se l'illustrazione – che puoi vedere qui accanto, clicca per ingrandirla – è tratta da CollegeHumor, non è che ci sia poi tanto da ridere; sicuramente da riflettere, riguardo a svariati aspetti della quotidianità.
Il cibo
Ora: (ragazzo in un fast food) Mannaggia, non hanno il guacamole? Immagino che prenderò ancora più salsa...
Allora: (soldato al fronte) Accidenti, non hanno mandato il cioccolato? Immagino che continuerò a masticare queste vecchie foglie di tè che ho trovato...
La comunicazione a distanza
Ora: Non risponde al mio messaggio da ore... Forse sta pensando di lasciarmi...
Allora: Non mi manda una lettera da settimane... Forse è morto...
Il lavoro minorile
Ora: Non posso credere che papà mi stia facendo tagliare il prato...
Allora (ragazzino costretto a sgobbare duramente in fabbrica)
La procreazione responsabile
Ora: Grazie a Dio c'è la contraccezione...
Allora: Beh, immagino che arriverà l'ottavo bambino o giù di lì.
I medicinali
Ora: Urka, queste pillole sono enormi. Come si aspettano che io le inghiotta?
Allora (il problema era ben altro: i farmaci per curare determinate malattie o non esistevano proprio, oppure erano assai meno efficaci di quelli attuali, con esiti immaginabili)
[Il titolo del post allude al memorabile scivolone di Alice Sabatini, Miss Italia 2015]

Nessun commento:

Posta un commento