Loading

domenica 30 marzo 2014

Un papà molto speciale

Mi sarebbe piaciuto approfittare della splendida giornata odierna facendo qualche bel giretto nei dintorni, ovviamente con la reflex al collo... ma dopo due settimane di stop la lezione di walking di ieri mattina mi aveva messa ko, così mi sono "accontentata" di andare al cinema a vedere il film d'animazione Mr. Peabody e Sherman, basato su un cartone animato degli anni Sessanta e diretto da Rob Minkoff, il regista de Il re leone. Il trailer non mi aveva entusiasmata, ma in seguito ho letto diversi commenti positivi, e... beh, avevano ragione! :-) Il film è davvero carino e spassoso, ideale per bambini... di tutte le età: un "filone" al quale la DreamWorks ci ha abituati fin dai tempi di Shrek. Io l'ho visto in 2D, ma sono convinta che in 3D faccia la sua figura.
Ecco la trama in sintesi. Il geniale Mr. Peabody è laureato ad Harvard, scienziato premio Nobel e dotato di innumerevoli altri talenti. C'è solo un "piccolissimo" particolare: questo portento d'intelligenza è in realtà... un cane! ;-) Viste le notevoli referenze, la sua natura canina non gli impedisce di prendere in adozione il trovatello Sherman: il giudice infatti sentenzia «Se un bambino può adottare un cane, non vedo motivo per cui un cane non possa adottare un bambino» [possibile che nessun difensore della famiglia tradizionale si sia ancora stracciato le vesti per questo? ;-), NdC]. A un certo punto Sherman combina un pasticcio facendo un utilizzo improprio del "tornaindietro", un'avveniristica macchina del tempo inventata da Mr. Peabody: si viene a creare un paradosso spazio-temporale potenzialmente catastrofico, e bisognerà correre ai ripari.
Per Sherman non è semplice far fronte ai problemi provocatigli soprattutto a scuola dal fatto di avere un cane come genitore adottivo, ma quando verso la fine esterna tutta la sua ammirazione per le qualità del suo papà (che peraltro rifiuta di essere chiamato così)... beh, a quel punto io mi sono un po' commossa, ecco! :'-)
Come da tradizione "dreamworksiana", il film è costellato di citazioni, omaggi e riferimenti storici che possono essere apprezzati soprattutto dagli adulti, mentre i più piccoli non li coglieranno altrettanto agevolmente. Per dire, il momento di massima ilarità in sala c'è stato quando i nostri due eroi sono stati espulsi dal didietro della Sfinge! ;-) Per quanto mi riguarda, invece, ho adorato il battibecco fra Leonardo da Vinci e Monna Lisa, doppiati con accento toscano rispettivamente da Luca Biagini e Cristina Poccardi (nella versione in lingua originale, a prestare la voce al nostro genio rinascimentale è il grande Stanley Tucci). A proposito, il protagonista Mr. Peabody ha l'inconfondibile timbro vocale del comico Massimo Lopez.
La proiezione di Mr. Peabody e Sherman è stata preceduta dal divertente cortometraggio Almost Home: si tratta del racconto delle (dis)avventure di un gruppo di alieni impegnati a esplorare il cosmo alla ricerca di un pianeta abitabile.

Nessun commento:

Posta un commento