Loading

martedì 18 marzo 2014

Incontri ravvicinati di un certo tipo

La settimana scorsa il web è stato invaso dai commenti relativi al video virale qui sotto, che in questo momento può vantare oltre 62 milioni di visualizzazioni.


Subito dopo l'inizio compare la scritta in inglese «Abbiamo chiesto a venti sconosciuti di baciarsi per la prima volta», dopodiché assistiamo al loro approccio: dapprima sembrano tutti più o meno impacciati, ma ben presto si lasciano andare... alcuni pure un bel po', direi! :-)
Bello, eh? Fa quasi venir voglia di dire «Adesso esco e mi bacio col primo che incontro» (semi-cit.)... ;-) Peccato che sia tutto finto: in realtà il video è uno spot girato da Tatia Pilieva per Wren, un marchio di abbigliamento femminile. E gli "sconosciuti" altro non sono che attori, modelle, musicisti, in ogni caso tutte persone che sanno come si sta davanti a una telecamera. Alcuni internauti, venendo a conoscenza di questa rivelazione, hanno alzato le spalle: embè, io ho provato ugualmente un'emozione, cosa m'importa che fosse tutto costruito. Per quanto mi riguarda trovo invece che sarebbe stata tutta un'altra cosa, se si fosse trattato di un esperimento autentico. Sarebbe interessante se qualcuno provasse a realizzarne uno sul serio... ma in tal caso una cosa è certa: io non mi proporrei mai e poi mai come protagonista. Già non amo farmi riprendere o semplicemente fotografare... figuriamoci poi se, riservata e pudica come sono, potrei mai accettare di prestarmi ad atteggiamenti così intimi e di dare in pasto al mondo intero le mie reazioni. Davvero, non oso immaginare cosa potrei combinare, io che nel primo "incontro ravvicinato" riesco a dar prova di un'imbranataggine spettacolare pure se il "coprotagonista" non mi è affatto estraneo! ;-)
Come sempre avviene per reazione ai tormentoni del web, è partita la corsa alle parodie: eccone di seguito un paio di quelle in cui mi sono imbattuta oggi.
La prima vede protagoniste alcune minifigure dei LEGO, tra cui Emmet e Wyldstyle, i protagonisti di The LEGO Movie.


Nella seconda, un tantino più irriverente, vediamo invece alcuni abbinamenti anche piuttosto improbabili tra personaggi dei fumetti e supereroi vari. Attenzione: il finale è tutt'altro che romantico! ;-)

Nessun commento:

Posta un commento