Loading

lunedì 30 settembre 2013

A lezione da Paulo Coelho

Inseguendo le tracce di non ricordo più quale aforisma dello scrittore e poeta brasiliano Paulo Coelho, sono approdata a questa pagina che mi è sembrata illuminante. Per questo pubblico una selezione delle citazioni che mi hanno colpita maggiormente, ripromettendomi di ripassarle ogni tanto per assimilarle più a fondo, ed invitandoti a leggere per intero la pagina da cui le ho tratte: vi si trovano fra l'altro due racconti tanto brevi quanto significativi.
Forse Dio vuole che incontriamo un po' di gente sbagliata prima di incontrare quella giusta, così, quando finalmente la incontriamo, sapremo come essere riconoscenti per quel regalo.
Quando la porta della felicità si chiude, un'altra si apre, ma tante volte guardiamo così a lungo a quella chiusa che non vediamo quella che è stata aperta per noi.
Sogna ciò che ti va; vai dove vuoi; sii ciò che vuoi essere, perché hai solo una vita e una possibilità di fare le cose che vuoi fare.
Le più felici delle persone non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa; soltanto, traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino.
Il miglior futuro è basato sul passato dimenticato: non puoi andare bene nella vita prima di lasciar andare i tuoi fallimenti passati e tuoi dolori.
Non importa in quanti pezzi sia frantumato il tuo cuore: la Vita va avanti e non aspetta che tu lo ricomponga.
L'ora più buia è sempre quella che precede l'arrivo del sole.
Tutte le battaglie nella vita servono a insegnarci qualcosa, anche quelle perdute.
Tu non hai bisogno di fingere che sei forte, non devi sempre dimostrare che tutto sta andando bene, non puoi preoccuparti di ciò che pensano gli altri, se ne avverti la necessità piangi, perché è bene che tu pianga fino all'ultima lacrima, poiché soltanto allora potrai tornare a sorridere.
Non posso perdere l'unica cosa che mi mantiene vivo: la speranza. Una parola che, spesso, si trova con noi al mattino, viene ferita nel corso della giornata e muore all'imbrunire, ma risuscita con l'aurora.
È meglio soffrire come ho già fatto in precedenza... È meglio che mi lecchi le ferite come ho fatto in passato. Soffrirò giorno e notte, notte e giorno. E questo potrà durare settimane, mesi, forse anche un anno. Finché una mattina, al risveglio, mi renderò conto che sto pensando a qualcosa di diverso, e capirò che il peggio è ormai passato. Il cuore è affranto, ma si riprenderà e riuscirà a scorgere ancora la bellezza della vita. È già successo in precedenza e accadrà di nuovo...
È necessario correre dei rischi: riusciamo a comprendere il miracolo della vita solo quando lasciamo che l'inatteso accada.
Quando meno ce lo aspettiamo la vita ci pone davanti a una sfida, per provare il nostro coraggio e la nostra volontà di cambiamento.
Infine, un po' di cose che Coelho afferma di aver imparato, e che possono essere di insegnamento per ognuno di noi.
Ho imparato... che ignorare i fatti non cambia i fatti.
Ho imparato... che l'amore, non il tempo guarisce le ferite.
Ho imparato... che quando serbi rancore e amarezza la felicità va da un'altra parte.
Ho imparato... che un sorriso è un modo economico per migliorare il tuo aspetto.
Ho imparato... che tutti vogliono vivere in cima alla montagna, ma tutta la felicità e la crescita avvengono mentre la scali.
Ho imparato... che appena una persona ti dice «Mi hai reso felice!», ti rende felice.
Ho imparato... che essere gentili è più importante dell'aver ragione.
Ho imparato... che non importa quanto la vita richieda che tu sia serio: ognuno ha bisogno di un amico con cui divertirsi.
Ho imparato... che talvolta tutto ciò di cui uno ha bisogno è una mano da tenere ed un cuore da capire.
Ho imparato... che dovremmo essere contenti per il fatto che Dio non ci dà tutto quel che gli chiediamo.
Ho imparato... che sono i piccoli avvenimenti giornalieri a fare la vita così spettacolare.
Ho imparato... che sotto il duro guscio di ognuno c'è qualcuno che vuole essere apprezzato e amato.
Ho imparato... che non posso scegliere come sentirmi, ma posso scegliere cosa fare con queste sensazioni.
Lavora come se non avessi bisogno dei soldi.
Ama come se nessuno ti avesse mai fatto soffrire.
Balla come se nessuno ti stesse guardando.
Canta come se nessuno ti stesse sentendo.
Altre citazioni dell'autore de L'Alchimista – romanzo che mi è stato regalato tempo fa e di cui, mea culpa, continuo a rimandare la lettura... ma rimedierò quanto prima! – puoi trovarle qui.

Nessun commento:

Posta un commento