Loading

giovedì 25 ottobre 2012

Non c'è trucco, non c'è inganno...


Si potrebbe quasi ipotizzare che l'Astronomy Picture of the Day qui sopra, pubblicata due giorni fa con il titolo Mammatus Clouds Over Saskatchewan, sia nata dalla fervida immaginazione di un illustratore di libri fantasy... eppure si tratta di una foto autentica, scattata da Craig Lindsay l'estate scorsa a Regina, capoluogo della provincia canadese del Saskatchewan. Essa ritrae una coltre di nubi temporalesche dalla forma che evoca... ehm, delle mammelle, come suggerisce il nome stesso. ;-) Ecco qui di seguito la traduzione della relativa spiegazione.
Normalmente le basi delle nubi sono piatte. Questo perché l'aria calda e umida che sale e si raffredda si condensa in goccioline d'acqua ad una temperatura specifica, che solitamente corrisponde a una quota molto specifica. Man mano che le goccioline d'acqua crescono, si forma una nube opaca. In presenza di determinate condizioni, comunque, possono svilupparsi "tasche" di nubi contenenti grosse gocce d'acqua o ghiaccio che cadono nell'aria pura mentre evaporano. Tali "tasche" possono manifestarsi nell'aria turbolenta nei pressi di un temporale. Le nubi mammatus risultanti possono apparire particolarmente spettacolari se illuminate di lato dal Sole.

1 commento:

  1. Molto suggestiva la foto, in ogni caso, e non solo per ciò a cui quelle nuvole somigliano.

    RispondiElimina