Loading

domenica 2 agosto 2015

Non bere la Coca-Cola che ti fa male... oppure no?

Negli ultimi tempi ho ridotto il mio consumo abituale di Coca-Cola, non soltanto perché scarseggiano le occasioni ma anche perché la stesura del post dedicato a #changethetune ha lasciato un pochino il segno in me per prima. Giorni fa ho notato in un distributore automatico la bottiglietta che puoi vedere qui accanto, e mi è dispiaciuto non avere spiccioli a sufficienza per poterla comprare, ma solamente perché adoravo l'etichetta! <3
Nei giorni scorsi ha avuto una certa eco sui social l'infografica qui sotto (cliccaci sopra per ingrandirla), tratta dal blog The Renegade Pharmacist tenuto da Niraj Naik, (ex?) farmacista britannico. Essa mostrerebbe – il condizionale a questo punto è d'obbligo – cosa accade nel nostro corpo un'ora dopo che abbiamo bevuto una lattina di Coca-Cola. Se ti interessa una traduzione in italiano, ti invito a fare riferimento all'Huffington Post.


La tipica reazione "di pancia" di fronte a dati così allarmanti è: non berrò mai più Coca-Cola, o quantomeno ne limiterò drasticamente il consumo. Non dico che una decisione del genere non avrebbe più pro che contro... comunque le affermazioni contenute nell'infografica risultano senza dubbio ridimensionate leggendo l'articolo nel quale lo staff di BuzzFeed Life ne esegue il fact-checking contattando alcuni esperti.
Insomma, fermo restando il fatto che l'abuso di bevande zuccherate a lungo termine può avere seri effetti negativi sulla salute, per cui è altamente consigliabile un consumo moderato, in fondo non è il caso di demonizzare la Coca-Cola. Anche se per rinfrescare le nostre fauci in quest'afosa estate è sicuramente più indicata una genuina e salutare macedonia di frutta: nel video qua sotto DaveHax mostra come preparare in men che non si dica una bella fruit salad a base di melone, mango, kiwi, fragole, uva, banane e ciliegie (grazie alla Crusca per la consulenza sul plurale). :-P


[Per la colonna sonora di questo post si ringrazia Vasco! :-)]

Nessun commento:

Posta un commento