Loading

domenica 23 agosto 2015

Che c'azzecca?

La diciottesima edizione della Notte della Taranta, festival di musica popolare che mira a valorizzare la musica tradizionale salentina attraverso la sua riproposta e la contaminazione con altri linguaggi musicali (cit.), ha potuto contare su vari superospiti, tra i quali uno che meno degli altri dovrebbe aver bisogno di presentazioni: Luciano Ligabue. È stata lui la star del concertone finale di Melpignano. Ho saputo della sua partecipazione stamattina sfogliando i social network: Galatea ha twittato
Capisco le esigenze di marketing, ma Ligabue al festival della Taranta è un po' come invitare Marcella Bella a cantare lo jodel.
mentre un mio facciamico ha commentato
Ligabue alla Notte della taranta. Praticamente Satana che fa una cover dei Backstreet Boys
In effetti può suonare strano che una rockstar emiliana DOC prenda parte a un festival incentrato sulla pizzica salentina, ma se leggiamo la cosa in chiave di contaminazione non sembra più tanto strano, anzi. Ovviamente non ho resistito alla tentazione di ascoltare con le mie orecchie la sua performance, e ho trovato questo video registrato durante le prove generali. Liga è sempre Liga con la sua inconfondibile voce, piaccia o non piaccia... comunque mi sembra che abbia fornito un'interpretazione più che decorosa di un brano che non appartiene al suo repertorio abituale. Per quanto riguarda la pronuncia dialettale... beh, non posso far altro che astenermi e lasciare che siano i veri salentini a giudicare! :-)

Nessun commento:

Posta un commento