Loading

martedì 4 settembre 2012

Un'eredità di inestimabile valore

Alessandro l'ho "incontrato" su FriendFeed circa un anno fa, e poco dopo mi sono iscritta al suo feed, venendo immediatamente ricambiata. Alessandro aveva anche un blog con il suo nome e cognome come titolo, e come sottotitolo «Mod & Scooterist, Guitarist & Drummer. 15 years cancer survivor». E già, era il 1997 quando gli venne diagnosticato un timoma: nonostante alcuni medici gli avessero dato un'aspettativa di vita di appena sei mesi, a maggio di quest'anno era in grado di esporre con uno spirito eccezionale le proprie vicissitudini cliniche non solo sul blog e su FriendFeed, ma anche nel video qui sotto, girato dal suo amico di lunga data Fabrizio "Biccio" Ulisse.


Ieri, nei commenti all'ultimo thread di Alessandro, lo stesso Fabrizio ha dato la notizia che molti si aspettavano e tutti temevano: purtroppo sabato pomeriggio Alessandro si è arreso al male contro cui aveva combattuto negli ultimi quindici anni sfoderando un coraggio e una voglia di vivere invidiabili. Una storia, la sua, che ha molto da insegnare a tutti noi. Se fossi stata nei suoi panni, conoscendomi, dubito che me la sarei sentita di esternare in quel modo le mie tribolazioni... ma a pensarci bene immagino che i rapporti umani che ha intessuto tramite la Rete, oltre al fondamentale appoggio dei suoi cari e alla passione per la musica, lo scooterismo, la fotografia e tante altre cose, abbiano contribuito non poco a dargli la forza per tener duro così a lungo.
Personalmente, per una forma di pudore, ho interagito ben poco con Alessandro online, limitandomi a riflettere su ciò che scriveva ed a mandargli tutt'al più un "abbraccio virtuale" ogni tanto. Oggi le reazioni commosse alla sua scomparsa mi danno la prova che una così bella persona ha lasciato, per dirla con il Foscolo, un'enorme eredità d'affetti: prima di me gli hanno dedicato un pensiero Simone, .mau., Chiara... e chissà quanti altri dei cui post non sono al corrente. Riposa in pace, Alessandro, non ti dimenticheremo!

Nessun commento:

Posta un commento