Loading

venerdì 10 aprile 2015

Zingarofobia

Ieri il leader della Lega Nord Matteo Salvini ha raccontato di essere stato sospeso da Facebook per 24 ore per aver usato la parola zingari in due post. «Roba da matti!», è stata la sua reazione... e una volta tanto, sempre che la motivazione della sospensione sia davvero quella, mi tocca dargli ragione: è pazzesco che sia stato censurato per un'espressione che, rispetto ad altre alle quali è solito indulgere, suona del tutto innocua e addirittura mite! ;-)
A proposito di zingari, poco tempo fa ho condiviso sul mio tumblr una parodia, trovata su Facebook, del fantomatico codice che gli zingari utilizzerebbero per contrassegnare citofoni e porte delle abitazioni a seconda del loro livello di "svaligiabilità": eccola. :-)


Di recente Paolo Attivissimo ha sviscerato la natura quasi sicuramente "bufalina" del summenzionato codice, quello "vero", che puoi vedere qua sotto.


Da qualche tempo questo genere di appelli ha trovato un nuovo canale di diffusione, ovvero WhatsApp: pure la sottoscritta l'altroieri è stata raggiunta dall'esortazione a diffidare di un insidioso video chiamato la danza del Papa, nel mio caso corredata dalla postilla «Può essere una bufala ma meglio evitare». Di parere contrario è ancora il nostro Paolo Attivissimo, il quale lo bolla come «l'ennesimo bufalovirus, che va cestinato senza pietà, senza pensare "mah, nel dubbio lo inoltro a tutti, male non fa". Fa male eccome: crea ansia inutile».

Nessun commento:

Posta un commento