Loading

domenica 18 ottobre 2015

Pasta Rummo, accattatevilla!

Ieri pomeriggio ho visto condiviso da un paio di mie "facciamiche" uno status che documentava la situazione critica del pastificio Rummo, dopo che le forti piogge che si sono abbattute nei giorni scorsi su Benevento hanno seriamente danneggiato la struttura produttiva dell'azienda, costringendo addirittura i dipendenti a rifugiarsi sul tetto per salvarsi dalla furia delle acque. Io la pasta Rummo la conoscevo di fama – dicono che sia ottima, grazie anche all'esclusivo metodo Lenta Lavorazione che assicura una pasta sempre al dente – ma siccome in famiglia siamo fedeli alla De Cecco non credo di averla mai mangiata. Comunque lo farò quanto prima: oggi ho colto l'occasione del mio giro di compere all'ipermercato per infilare nel cestello il pacco di fusilli e quello di farfalle che puoi vedere qui sotto.


E conto di fare lo stesso le prossime volte... Già, perché il modo più immediato che abbiamo noi consumatori per sostenere lo storico pastificio Rummo – fu fondato da Antonio Rummo nel lontano 1846 – e aiutarlo a superare questo difficile momento è acquistare i suoi prodotti: non vorremo mica che duecento persone rimangano senza lavoro?! Oggi una webstar del calibro di Selvaggia Lucarelli ha formulato un appello analogo... e pur avendo una sfera di influenza infinitamente più ridotta della sua anch'io, nel mio piccolo, ci tengo a dare il mio contributo alla causa. :-)
Oggi ho visto pubblicata su Facebook l'immagine qua sotto, che mi pare positiva e di buon auspicio.

Nessun commento:

Posta un commento