Loading

martedì 25 dicembre 2012

Palindromi natalizi

Dicesi palindromo, «dal greco antico πάλιν "di nuovo" e δρóμος "percorso", col significato "che può essere percorso in entrambi i versi"», «una sequenza di caratteri che, letta a rovescio, rimane identica». Ci sono persone che attribuiscono un significato speciale ai giorni palindromi, ovvero quei giorni di calendario «la cui data, espressa nel formato numerico gg/mm/aaaa oppure mm/gg/aaaa, è simmetrica nella lettura (palindromo), in altre parole resta uguale a se stessa sia se letta da sinistra verso destra sia se letta da destra verso sinistra» (ad esempio il 21 febbraio 2012 è stato un giorno palindromo nel formato abitualmente usato in Italia per esprimere le date), ma per quanto mi riguarda rimango pressoché indifferente. Mi intrigano decisamente di più i palindromi che costituiscono frasi di senso compiuto (a tali fini non si considerano spazi, accenti e segni di interpunzione), come il napoleonico «Able was I ere I saw Elba» e il famoso quadrato del Sator mostrato all'inizio del post, oppure, per limitarci alla lingua italiana, «I topi non avevano nipoti» e lo straordinario «Avida di vita desiai ogni amore vero, ma ingoiai sedativi, da diva», dedicato a Marilyn Monroe dall'enigmista Krypton, al secolo Domenico Rizzo. Nella sua rubrica Lessico e nuvole Stefano Bartezzaghi ha a suo tempo riportato, su suggerimento di un lettore, il termine aibofobia, che denota un'immaginaria paura dei palindromi e che, manco a dirlo, è a sua volta un palindromo... ;-)
Se parlo di palindromi proprio oggi, è perché, ricercando per caso l'hashtag #palindromi su Twitter, ne ho trovati alcuni a tema natalizio: eccoli.
A NATAL, AMOR, È ROMA LA TANA!
È NOTTE, NAPOLI: V'È BAROLO, SOL'ORA BEVILO! PANETTONE!
Quest'ultimo è una creazione di Andy Violet, autore anche del notevolissimo
E LÌ VOLLE NATIVITÀ, NELL'OVILE
corredato dall'opportuno commento «Gesù nacque in una stalla in segno d'umiltà». :-)
Segnalo infine un esempio legato alle false profezie catastrofistiche sul 21 dicembre 2012:
O NONNA, DI CERTO MAYA MORTE CI DANNO, NO?
Carino... peccato soltanto che a ben guardare non si tratti di un palindromo: l'accoppiata di lettere RT fa sì che la sequenza di caratteri, se letta al rovescio, differisca leggermente...

Nessun commento:

Posta un commento