Loading

venerdì 26 aprile 2013

Una ventata di novità nel vecchio pc

Oggi ho rimesso in funzione il mio vecchio notebook installandoci la release di Linux Ubuntu uscita giusto ieri: la 13.04, nome in codice Raring Ringtail (opossum scalpitante). Ecco descritta qui di séguito la procedura che ho seguìto.
Per prima cosa ho creato una chiavetta USB di installazione (quella da 4 GB di cui disponevo è risultata più che sufficiente) tramite il software UNetbootin, al quale ho "dato in pasto" l'immagine .iso della nuova Ubuntu scaricata dal sito ufficiale, e l'ho inserita in una delle porte USB del mio vecchio HP Compaq nx8220. Affinché il computer la riconoscesse all'avvio anziché avviarsi normalmente, ho dovuto intervenire sul BIOS... e su consiglio di blended l'ho fatto premendo ripetutamente F10 subito dopo aver schiacciato il pulsante di accensione. A quel punto, con i tasti cursore, ho selezionato AdvancedBoot options, ho abilitato (Enable) il MultiBoot ed ho impostato USB Hard Disk affinché fosse il primo (First) in ordine di priorità (boot order), ho premuto F10 per accettare, poi nel menu File ho selezionato Save changes and exit, e ancora F10 per confermare. A questo punto il sistema si avvia da chiavetta anziché da disco rigido. Lasciando selezionata l'opzione Default, il sistema parte in modalità Live, e sul desktop compare l'icona Install Ubuntu 13.04, facendo doppio clic sulla quale parte la procedura di installazione che prevede solamente alcune scelte abbastanza elementari:
  • per prima cosa bisogna scegliere la lingua;
  • successivamente compare l'avviso che, per un risultato ottimale, occorre assicurarsi che il computer abbia almeno 5,3 GB di spazio libero (OK), sia collegato alla rete elettrica (OK, anche perché altrimenti la batteria, esausta com'è, non reggerebbe un nanosecondo :-/) e sia connesso a internet. Un clic in alto a destra per selezionare la mia rete Wi-Fi domestica ed inserirne la chiave WPA... ed ecco che il pc è pronto per andare avanti (personalmente ho anche messo il segno di spunta accanto alle opzioni Scaricare gli aggiornamenti durante l'installazione e Installare software di terze parti, ma non so quanto questo fosse necessario e/o opportuno);
  • dopodiché ho selezionato l'opzione Sostituisci Windows XP Professional con Ubuntu (massì, facciamo piazza pulita!), ho selezionato la località (per il fuso orario), la disposizione della tastiera (anche se andava già bene quella predefinita), ho inserito il mio nome, quello del computer, il nome utente, ho scelto e confermato la password... e questo è tutto!
A questo punto la procedura di installazione va avanti da sé per un po' di tempo, a dire il vero abbastanza breve, mostrando via via alcune schermate che illustrano le funzionalità del sistema operativo... finché non compare una finestra di dialogo per avvisare che l'installazione è terminata e che posso scegliere se continuare a provare Ubuntu oppure riavviare. Ho scelto la seconda opzione, senza dimenticare di ripristinare le priorità predefinite nel BIOS premendo come sopra F10 all'avvio.
Et voilà... ecco il mio vecchio pc tornato come nuovo, e con un'installazione di Ubuntu perfettamente funzionante! :-)

Nessun commento:

Posta un commento