Loading

martedì 5 marzo 2013

Un'alba fuori dal comune


Ad una prima occhiata distratta, la foto qui sopra, scattata da Marat Ahmetvaleev e pubblicata il 2 marzo scorso come Astronomy Picture of the Day con il titolo Miass River Sunrise, sembrerebbe ritrarre una comunissima, per quanto suggestiva, alba... e invece nell'immagine sono ben visibili le tracce del passaggio del meteorite (da non confondere con l'asteroide che ha "sfiorato" la terra passando a 27600 chilometri, oltre quattro volte il raggio terrestre) che è esploso nell'atmosfera il 15 febbraio scorso sopra la regione di Chelyabinsk, nella zona dei monti Urali, provocando per effetto dell'onda d'urto il ferimento di circa milleduecento persone oltre a ingenti danni. Ecco qui di seguito la traduzione della spiegazione dell'immagine.
Ogni giorno sul pianeta Terra può avere un inizio sereno, al sorgere del sole, quando il cielo si illumina gradatamente su un dorato orizzonte orientale. Questo panorama all'alba sembra mostrare un momento simile nella mattina del 15 febbraio. Nella nebbia, un tranquillo tratto del fiume Miass scorre in primo piano lungo un paesaggio ghiacciato vicino a Chelyabinsk, in Russia. Ma la lunga nube che si innalza nel cielo blu è la scia persistente in evoluzione della meteora di Chelyabinsk. La scia di vapore è stata lasciata dalla roccia spaziale che era esplosa sulla città appena 18 minuti prima, causando danni considerevoli e il ferimento di oltre mille persone. Un evento ben documentato: le numerose acquisizioni video fatte da webcam e dashcam nella zona hanno ben presto contribuito a una ricostruzione della traiettoria della meteora e alla determinazione dell'orbita iniziale. I risultati preliminari indicano che il meteoroide "padre" apparteneva alla classe Apollo degli asteroidi geosecanti.

1 commento: